Fiorello a Sanremo 2020 come a VivaRaiPlay ma non a tutti la cosa piace


Chi ha seguito il programma Viva RaiPlay , in onda appunto su RaiPlay tra novembre e dicembre 2019 , ha ritrovato sul palco dell’Ariston lo stesso Fiorello che aveva lasciato in via Asiago. C’è però una sottile differenza: mentre su RaiPlay lo spettacolo poteva continuare dopo i titoli di coda con Fiorello che toglieva le lenti a contatto, staccava l’elastico della camicia e leggeva i messaggi sul cellulare rispondendo anche in diretta, all’Ariston non a tutti le sue “tempistiche” stanno piacendo. Non a caso da ore si mormora su quella che Amaeus ha definito una infelice battuta di Tiziano Ferro che aveva sbottato ( per qualcuno ironicamente per altri meno) durante la seconda serata di Sanremo, a causa delle lungaggini di Fiorello, che avevano sconvolto la scaletta. Per Amadeus tutto in regola: Fiorello c’è, si sente è un suo amico e ha campo libero perchè il comico accende questo Festival. Poco conta quindi se i cantanti si esibiscono all’una e venti di notte. Pare, tra l’altro, che le case discografiche non se ne siano lamentate, almeno non con il direttore artistico.

FIORELLO CHE A SANREMO NON RISPETTA I TEMPI E FA ARRABBIARE UN PO’ TUTTI

Ma torniamo a Fiorello che continua a dividere. Ad esempio il numero iniziale della serata di ieri che lo ha visto vestire i panni di Maria de Filippi non ha convinto tutti. La telefonata che ha stupito molti, è una gag che arriva fresca fresca da VivaRaiPlay. Fiorello aveva chiamato in diretta, tra gli altri, anche Amadeus e Nicola Savino giusto per fare due nomi. E che quel palco sia stato una sorta di prova generale per tante cose, è una sorta si “scoperta dell’acqua calda”. Pensiamo ad esempio anche ai cantanti in gara, agli ospiti…Levante è stata protagonista delle amatissime fiction fallate, insuperabile, oltre ad aver cantato anche con Amadeus. Tosca è stata protagonista di un bellissimo duetto con Fiorello tanto che, quando ha ricevuto la chiamata del direttore artistico pensava fosse uno scherzo del comico. Biagio Antonacci che sarà ospite di Amadeus è stato protagonista di diverse puntate dello show; vale lo stesso per Nicola Savino, arrivato con un pacco “Emazon” lo stesso che aveva appunto contenuto Emma Marrone, altro volto rivisto a Sanremo ( insieme a Muccino che era stato anche in quel di Via Asiago tra il pubblico). E sul palco dell’Ariston ci sarebbe dovuto essere Salmo, portato da Sanremo su Raiplay. Per non parlare dell’idea delle giornaliste del TG 1 che, diciamolo, deve essere farina del sacco di Amadeus. Emma d’Aquino e Laura Chimenti sono sono divertite tantissimo su RaiPlay, in particolare Emma si era anche esibita in un brano musicale.

Nomi di BIG della musica a parte, si sta parlando di grandi artisti per cui è chiaro vederli così spesso in tv e non solo, a Sanremo arrivano anche i ballerini che erano sul palco di Viva RaiPlay con Fiorello e a L’altro Festival sbarcano i fratelli di Guidonia sempre lanciati dal siciliano. Insomma tante piccole cose che per chi ha seguito Viva RaiPlay sanno di déjà vu, se Fiorello avesse portato anche Anna, la sua amata truccatrice, avremmo fatto en plein.

Il nocciolo della question è che queste prove generali che Fiorello aveva fatto “in streaming” stridono con le tempistiche di una serata in diretta dove la musica dovrebbe essere centrale. Ed è vero che Fiorello è Fiorello, che a Sanremo si fa spettacolo ma alla lunga la cosa sta iniziando a infastidire più persone, anche se per il momento, il mormorio resta sepolto dai complimenti ( tutti tra l’altro meritati).

Chi ha scelto di avere Fiorello a Sanremo sapeva due cose: che sarebbe stato garanzia di ascolti e visto che il pubblico è incollato alla tv come non mai, gli si “perdona” tutto. E sapeva anche che non ci sarebbero stati limiti, che “chi se ne frega” se i giornali devono andare in stampa. Questo è.

P.S. ricordatevi una borraccia di alluminio per Fiorello, caso mai, ci sono sempre quelle rimaste in Via Asiago sempre utili per la causa…

Leggi altri articoli di News spettacolo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close