Yara, arrivano le prime indiscrezioni sull’autopsia

Per via delle molte notizie spesso confuse che si susseguono e si contraddicono l’un l’altra nel giro di poche ore, è bene tener presente che i risultati definitivi sull’autopsia del corpo della 13enne di Brembate, Yara Gambirasio, non sono ancora noti. Quello che si può riportare invece, sono le indiscrezioni che trapelano sulla modalità in cui la studentessa appassionata di ginnastica ritmica sarebbe stata uccisa. Ieri, 22 Marzo, abbiamo detto che Yara è stata malmenata, strangolata, e accoltellata una volta che era già morta.

Rimane quindi la causa della morte proprio lo strangolamento della tredicenne, probabilmente operato con la forza di due mani. Dalle ultime indiscrezioni, sembra però che le sia stato fatale un taglio alla gola che le ha reciso la carotide. Viene inoltre confermata la presenza di traumi sulla testa, segno che potrebbe davvero aver ricevuto dei forti colpi, forse anche dei pugni. Esclusa, invece, l’ipotesi che sia morta di freddo, come si è dett qualche tempo fa.

Oggi, ritornano le ultime notizie, le voci di corridoio che parlano di lesioni da arma da taglio che sarebbero state inferte ai polsi, alle gambe e alla schiena (comprese quelle molto discusse che hanno fatto parlare di simboli esoterici) quando ormai Yara era morta, tanto che non hanno causato una forte fuoriuscita di sangue. Ma la ferita fondamentale è proprio il taglio alla gola, che forse ha causato il decesso di Yara.

Ribadiamo che si tratta di indiscrezioni e di voci di corridoio, per avere delle certezze bisognerà attendere ancora qualche settimana.

Sara Moretti

One response to “Yara, arrivano le prime indiscrezioni sull’autopsia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.