Genova: l’ennesimo caso di ospizio – lager

A Genova, quello che doveva essere un ospizio, una casa di riposo dove lasciare il proprio parente anziano per assicurarsi che ci sia qualcuno che si prenda costantemente cura di lui, si è invece rivelato un vero e proprio Lager. Nell’ospizio erano presenti ben sessantanove anziani, cinquanta di questi non autosufficienti. Ed erano tutti soli, abbandonati a loro stessi, lasciandoli vivere perfino tra le proprie feci. Ma per fortuna non tutti i dipendenti della struttura erano senza scrupoli: infatti proprio su segnalazione alla polizia di una dipendente con un po’ di buon senso, si è riusciti a mettere la parola fine a questa situazione vergognosa.

L’ospizio, dal nome “La Zagara“, si trovava a Genova, in via San Bartolomeo degli Armeni. Le condizioni in cui sono stati trovati dalle forze dell’ordine gli anziani che erano nella casa di riposo sono “indescrivibili”. Questa notte infatti, la polizia ha effetturato un bliz quando nella struttura erano presenti solo 2 operatrici sociosanitarie e un infermiere professionale.

La polizia ha provveduto a redigere un verbale in cui si sono messe a punto le condizioni dei vecchietti ricoverati nella casa di cura che non hanno avuto quello che cercavano, ovvero essere accuditi: persone malnutrite e lasciate vivere tra gli escrementi. Nel verbale sono state descritte anche le gravi carenze igienico sanitarie della casa di riposo.

Pare che già in precedenza la struttura fu sanzionata dall’Asl della Liguria perchè non ritenuta in norma.

Sara Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.