Aquila, Dino Stornelli uccide la moglie con colpi di ascia

Ancora una tragedia familiare, questa volta siamo a l’Aquila. Un uomo , Dino Stornelli, ha ucciso sua moglie colpendola più volte con dei colpi di ascia. L’ennesimo caso di uxoricidio arriva in questa calde giornate di agosto. Qualche giorno fa vi avevamo parlato di un uomo che aveva sparato a sua moglie con un fucile da caccia uccidendola, in provincia di Bolzano; poi si era ucciso sempre con lo stesso fucile. Oggi ci spostiamo a l’Aquila dove invece un uomo ha ucciso sua moglie in un momento di follia. Anche lui poi dopo aver tentato la fuga ha messo fine alla sua vita impiccandosi.

Non ci sono motivi gravi per il folle gesto– pare che Dino Stornelli abbia deciso di uccidere sua moglie dopo l’ennesima lite.
Abbiamo già una prima ricostruzione dei fatti: pare che appena la donna è rientrata e ha varcato la porta dell’abitazione ( la coppia viveva in via Sagittario) lui l’ha aggredita colpendola più volte con un’arma da taglio al collo, molto presumibilmente si è trattato di un’ascia. La donna è riuscita a uscire in strada barcollando ma le ferite erano tropo gravi per provare a soccorrerla. Nel frattempo Stornelli è fuggito via. Ha incontrato suo padre che ha cercato di fermarlo ma essendo più anziano non ha avuto la forza di mettere fine alla sua fuga. In macchina l’uomo ha iniziato a correre mettendo a rischio la vita anche di altri automobilisti.

Prima di uccidersi informa suo nipote- è stato il figlio del fratello di Dino a mettersi in contatto con lui cercando di capire cosa volesse fare. Lo zio lo ha informato del fatto che avrebbe voluto togliersi la vita. “Vado a impiccarmi” gli avrebbe detto al telefono. Il corpo senza vita è stato poi ritrovato in un casolare.

Dino Stornelli si uccide e uccide la mamma di suo figlio che non ha ancora compiuto 18 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.