Roberto Straccia ultime notizie: sarebbe stato visto in un parco

Si accende una luce di speranza nel cuore dei familiari di Roberto Straccia, il giovane scomparso da Pescara lo scorso 14 dicembre. Roberto, come ormai sappiamo, era uscito di casa per fare footing sul lungo mare. Con sé non aveva portato nulla: solo il mazzo di chiavi di casa, di quella casa in affitto che condivide con altri studenti fuori sede, per motivi di studio. Secondo le ultime notizie, una testimone l’avrebbe visto al parco, a pochi metri da casa, due giorni dopo la scomparsa. Chi lo avrebbe riconosciuto, non sapendo ancora della scomparsa del giovane, lo ha raccontato a Chi l’ha Visto e la trasmissione ha poi proposto la testimonianza. E’ stato l’assistente del custode del parco a dire che Roberto quel venerdì era lì, secondo gli inquirenti questa segnalazione è attendibile. Ecco le ultime notizie. «Era vestito con un giubbino blu scuro-celestino», ha detto l’assistente del custode del parco che ha aggiunto: «erano le 16, forse le 16.30, aveva un paio di jeans molto consumati e delle scarpe sporche di fango». Roberto sarebbe stato avvistato su una di quelle panchine disposte a forma di esagono, con tanto di copertura in legno, precisamente sulla prima all’ingresso della pineta. I cani molecolari confermano il racconto: avrebbero fiutato tracce del giovane proprio lì ed è per quello che la testimonianza dell’uomo viene ritenuta attendibile.  «Gli ho chiesto se aveva bisogno di aiuto», ha raccontato ancora l’assistente del custode, «se dovevo chiamare la polizia. Se ne stava tutto intirizzito, con le spalle strette e tremava, con la barbetta lunga. Mi ha detto che stava bene e non gli serviva niente». Anche gli amici del giovane credono molto a questa segnalazione: «se era lui», ha detto Angelo, uno dei suoi coinquilini, l’ultimo a vedere il ragazzo mercoledì 14 dicembre, «evidentemente ha avuto una amnesia perché altrimenti sarebbe tornato a casa». Sulla casa in affitto si sta indagando abbastanza: gli inquirenti vorrebbero capire se è successo qualcosa prima della sparizione del giovane marchigiano. Un altro testimone ha raccontato di aver visto Roberto al confine con Pescara. Ha raccontato che se ne stava in piedi vicino al marciapiedi quando si è avvicinato un suv con i vetri neri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.