Roberto Straccia ultime notizie, parla il padre: “Non si è suicidato”

Si continua ad indagare sulla sparizione – dapprima – e sul ritrovamento del cadavere di Roberto Straccia, il giovane 24 enne, studente marchigiano, scomparso da Pescara il 14 dicembre dopo esser uscito di casa per andare a correre sul lungomare. Come sappiamo, Roberto fu ritrovato il 7 dicembre sul lungomare di Bari, respinto dalla forza delle onde. Si sta cercando ora di capire come sono andati i fatti e la famiglia non ha dubbi, Roberto sicuramente non si è suicidato. Era un ragazzo troppo pieno di vita, progetti, ambizioni. Roberto guardava al futuro con il sorriso e con la voglia di vivere di chi ha 24 anni. Stava preparando la festa di Capodanno con gli amici, era pronto a organizzare il suo compleanno il 28 dicembre, la mattina della scomparsa aveva chiesto la tesi all’università in Mediazione linguistica. Ecco le ultime notizie.Roberto aveva piena fiducia nella vita, guardava con decisione e felicità al futuro, come ogni ragazzo della sua età. È uscito di casa, come sempre faceva, vestito da jogging senza, almeno all’apparenza, strane incongruità. “Un ragazzo che si comporta in questo modo non può essersi tolto la vita da solo”, è  quello che dicono i familiari di Roberto, svuotati da un dolore immenso. Parlano, papà Mario e mamma Rita e la sorella Lorena. E anche gli amici più stretti, che invece sembrano essere convinti del fatto che Roberto sia stato rapito o aggredito. Nessun indizio, nessuna prova che faccia un po’ di luce sulla vicenda, per cui indagano le procure di Bari e Pescara: a Pescara c’è un fascicolo aperto in Procura per sequestro di persona, a Bari si indaga per istigazione al suicidio. In realtà, come sappiamo, si tratta di escamotage tecnici: per aprire un fascicolo è necessaria una motivazione. Ma di quello che è accaduto Roberto non si sa nulla, almeno per il momento.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.