Processo Sarah Scazzi: domani Ivano Russo parlerà della gelosia di Sabrina

Sembra un incubo senza fine l’omicidio della giovanissima Sarah Scazzi, almeno lo sarà fino a quando non verrà a galla tutta la verità. All’udienza di domani per il processo Sarah Scazzi sarà forse davvero il turno di Ivano Russo, il ragazzo intorno al quale ruota il movente che avrebbe spinto Sabrina Misseri ad uccidere la cugina quel maledetto giorno d’estate, il 26 agosto del 2010.
La testimonianza di Ivano Russo era già attesa lo scorso 17 gennaio ma in quell’udienza ci fu il tempo di ascoltare solo due testimoni. Domani sarà dunque il turno di Ivano, finalmente potrà chiarire definitivamente quali erano i reali rapporti che lo legavano a Sabrina Misseri, legame già in parte svelato dai numerosi sms che i due ragazzi si sono scambiati nel primi sei mesi del 20120, ben 4.500.
Durante la terza udienza del processo per l’omicidio di Sarah Scazzi, Sabrina si troverà a pochi passi di distanza da Ivano, il ragazzo del quale era invaghita. Lei e sua madre, Cosima Serrano, hanno infatti chiesto ed ottenuto di poter sedere accanto ai loro legali, nei banchi e non dietro le sbarre.
La testimonianza di Ivano è una delle più attese del dibattimento ma domani saranno ascoltati anche i tre commercianti, Pamela Nigro, Salvatore Erroi e Anna Lucia Dell’Atti, per ricostruire le ultime ore di vita della ragazzina di Avetrana.
Inoltre saranno ascoltati anche i genitori di Sarah, Concetta Serrano e Giacomo Scazzi. Per la mamma sarà uno dei momenti più difficili, dovrà ripercorrere le ultime azioni, le ultime parole, l’ultimo saluto dato a sua figlia.
La Procura ha da tempo la sua tesi, Sabrina Misseri avrebbe ucciso la cugina per gelosia nei confronti di Ivano Russo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.