Roberta Ragusa ultime notizie: poche speranze di trovarla viva

Occupiamoci ancora una volta della misteriosa scomparsa della 44 enne di Gello di San Giuliano Roberta Ragusa. Roberta è scomparsa, come ormai sappiamo, quasi tre mesi fa. Era il 13 gennaio scorso quando di lei si perdono misteriosamente le tracce nel cuore della notte. Oggi parla uno degli inquirenti, e si capisce che le speranze di trovare in vita Roberta sono pochissime, se non inesistenti. Così spiega l’inquirente: «Se la signora Roberta Ragusa si fosse allontanata volontariamente da casa per fuggire a questo punto l’avremmo trovata. Per questo e anche perché non riteniamo sufficientemente attendibile alcuno dei presunti avvistamenti, oggi possiamo escludere definitivamente questa ipotesi. E così — aggiunge l’interlocutore — restano in piedi, almeno in teoria, solo due ipotesi. La prima è quella del suicidio: la donna potrebbe essersi gettata in qualche fiume, fosso o pozzo e, quindi, non essere stata ancora ritrovata. La seconda che sia successo qualcosa di grave in quella casa la notte della scomparsa…». 

Due ipotesi forti, che fanno quindi pensare che Roberta – in un modo o nell’altro – non possa essere più in vita: o si è suicidata o qualcuno l’ha ammazzata. Ma la prima ipotesi, quella del suicidio, non convince quasi nessuno: quale donna, per suicidarsi, uscirebbe da casa improvvisamente nel cuore della notte con pantofole e pigiama in una notte fredda di gennaio? Insomma, appare più verosimile la seconda ipotesi: quella che afferma che Roberta sia stata uccisa e che il suo assassino sia stato bravo ad occultarne il cadavere. E nel frattempo un altro uomo è stato invitato dagli inquirenti a depositare la sua testimonianza. Una testimonianza che era già andata in onda a Chi l’ha Visto, programma condotto da Federica Sciarelli. Una persona ha affermato che alle 2 della notte della scomparsa di Roberta Ragusa aveva notato in via Dini un’auto che aveva rischiato di investire un uomo, sbucato da un campo a circa 800 metri dalla casa dei Logli, che gli si è improvvisamente parato davanti alla vettura in mezzo alla strada. Da notare che in quel campo, vicino alla ferrovia, ci sono da tempo vari cumuli di paglia e sterco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.