Roma, partorisce nel bagno di Mc Donald’s e fugge

Una notizia assurda arriva oggi da Roma: ieri notte una donna ha partorito nel bagno di Mc Donald’s, nel fast food che si trova all’Eur, ed è poi scappata via, lasciando il bambino nel water. Il neonato è stato ritrovato nella notte, mentre gli addetti del fast food stavano facendo le polizie. Uno di loro è infatti andato nel bagno e ha visto qualcosa di insolito: ha capito solo dopo un vagito, che si trattava di un neonato. Un maschietto, ancora vivo. L’allarme è stato dato immediatamente: gli addetti del fast food hanno chiamato subito il 113. Gli agenti sono arrivati sul posto e hanno fatto partire subito le indagini, per capire chi avesse abbandonato il bimbo in quelle condizioni. Da quello che si apprende il neonato sarebbe stato portato all’ospedale Sant’Eugenio, dove i medici si stanno prendendo cura di lui. Subito dopo è cominciata la ricerca della madre che ha abbandonato il piccolo, molto probabilmente la donna ha partorito nel bagno del Mc Donald’s. Ecco le ultime notizie.

La scoperta del piccolo nel bagno del fast food è avvenuta ieri, poco dopo la mezzanotte. Il Mc Donald’s in questione è quello di piazza Don Luigi Sturzo, non lontano dal Palazzo della Civiltà del Lavoro. A quell’ora, all’interno del locale, non c’è quasi nessuno. Un addetto delle pulizie è però andato in bagno e si è accorto del piccolo bimbo, nel water. La polizia ha quindi sentito il racconto di tutti i dipendenti della catena di fast food e anche quello di qualche cliente, ancora presente. La speranza è che qualcuno abbia notato una donna entrare nel bagno in modo da potere risalire alla madre.

Non sarà facile risalire all’identità, dal momento che all’interno del Mc Donald’s dell’Eur ci passano moltissime persone. Nel bagno sono state trovate tracce di sangue, dei fazzolettini, il piccolo aveva ancora il cordone ombelicale: per questo ci sono pochi dubbi, è  nato proprio lì dentro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.