Orrore a Londra, soldato decapitato in strada a colpi di machete

Si segue la pista del terrorismo islamico. Gli aggressori urlavano "Allah Akbar" e hanno cercato di filmare la tragedia. Il Premier Cameron che si trovava a Parigi, ha deciso di tornare in patria

Brutale aggressione a Londra, dove un soldato in servizio nella caserma di Woolwich, nel sud della città, è stato decapitato a colpi di machete.Secondo fonti governative, potrebbe trattarsi di un attentato di matrice islamica, testimoni hanno affermato che gli aggressori gridavano “Allah Akbar” (Dio è grande) mentre si accanivano sull’uomo con colpi di machete e poi con armi da taglio, infierendo sulla vittima ormai esanime a terra.

Secondo altri testimoni, i due dopo l’aggressione, hanno cercato di farsi fotografare e riprendere preoccupandosi molto più di riuscire a finire in tv che di fuggire prima dell’arrivo della polizia.

L’emittente Itv è riuscita a riprendere la scena alcuni istanti dopo il folle gesto, nelle immagini si vede uno dei presunti aggressori dire “Noi giuriamo sull’onnipotente Allah che non smetteremo mai di lottare. Questo soldato britannico è un occhio per occhio, dente per dente. Mi scuso con le donne che hanno dovuto assistere a questa scena, ma nella nostra terra le nostre donne devono vedere le stesse cose. La vostra gente non sarà mai al sicuro. Mandate a casa questo governo, non si cura di voi”, dopo di che l’uomo si allontana col complice prima di venire raggiunti dai colpi sparati dagli agenti e quindi essere immobilizzati.

La polizia metropolitana ha subito diffuso un comunicato in cui invita la cittadinanza a mantenere la calma,  il ministro degli interni Theresa May ha convocato d’urgenza una riunione del comitato di crisi del governo “Cobra”, cui parteciperà anche il capo dei servizi segreti, mentre gli artificeri di Scotland Yard sono intervenuti sul posto per verificare la presenza di esplosivi.

Il primo ministro britannico, che si trovava in visita a Parigi, ha parlato in una conferenza stampa congiunta col premier francese Francois Hollande, definendo il fatto “un atto barbaro, disgustoso” e confermando le indicazioni sulla pista del terrorismo islamico. Ha poi aggiunto ” I terroristi non vinceranno mai, staremo sempre insieme nella lotta contro gli estremismi, la violenza e il terrorismo”.

Anche il sindaco di Londra Boris Johnson è intervenuto sul suo profilo Twitter per definire l’aggressione “un ripugnante e imperdonabile atto di violenza”.

I due presunti aggressori intanto sono stati trasportati in ospedale, uno sarebbe in gravi condizioni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.