Napoli, lanciano acido da un balcone su bambino: colpiti viso e corpo

Terribile episodio a Napoli, dove da un balcone è stato lanciato dell’acido su un bambino rom che si trovava in strada con la madre. E’ accaduto presso il quartiere Fuorigrotta, in via Andrea Doria. L’episodio, che dimostra un chiaro segnale di intolleranza razziale da parte di queste persone, è avvenuto ai danni di un bambino rom. L’acido lanciato dal balcone, probabilmente indirizzato sia alla madre che al piccolo, ha colto in pieno il bambino. Una testimone racconta di aver visto tutto, e che gli indumenti del piccolo, a contatto con la sostanza, andavano via via consumandosi e il bambino piangeva disperato.


E così la testimone, che si trovava ad una fermata del bus lì vicino, ha raccontato di aver visto piovere da un balcone al civico 22 di via Andrea Doria una sostanza azzurra, la quale ha colpito proprio il bimbo rom. La donna che si trovava con il piccolo, molto probabilmente la madre, lo ha portato presso la farmacia Farma Ferrara, dove hanno provveduto a prestargli un primo soccorso cercando di tranquillizzarlo. Intanto un benzinaio della zona ha chiamato l’ambulanza. Quest’ultima, una volta arrivata sul posto, ha portato il bambino rom all’ospedale Santobono di Napoli.

Ora i carabinieri stanno effettuando delle indagini per chiarire cosa sia accaduto realmente. Dei testimoni hanno riferito che non è la prima volta che si verificano episodi come quello dell’acido lanciato da un balcone sul bimbo rom. Dallo stesso civico già altre volte venivano lanciati secchi d’acqua e rotoli di carta igienica sulle persone rom che si trovavano in strada. A quanto pare l’autore del gesto è stato identificato, ma la polizia deve ancora ottenere l’accesso all’appartamento in questione.

Ancora non si sa nulla invece sulle condizioni di salute del bambino rom colpito dall’acido lanciato da un balcone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.