Vicenza, badante picchiava 72enne malata di Alzheimer: spiata dalle telecamere

Incredibile episodio di violenza a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, dove una badante picchiava una 72enne malata di Alzheimer. Ora la violenta badante è stata arrestata dai Carabinieri. Quest’ultimi osservavano la donna da qualche tempo tramite le telecamere, a seguito della denuncia di una nipote, insospettita dalle ecchimosi presenti sul braccio della zia malata di Alzheimer. Quest’ultima, a causa della sua malattia, non era in grado di reagire agli episodi di violenza che era costretta a subire dalla badante alla quale era stata affidata.

Grazie alle microtelecamere e ai microfoni, i Carabinieri hanno potuto ottenere le prove delle violenze della badante ai danni della 72enne malata di Alzheimer. Oltre alle percosse, l’anziana signora subiva minacce di morte, offese, strascinamenti per i capelli. La 72enne, non essendo nella condizione di opporsi, reagiva solo piangendo.

La 72enne riceveva le cure da due badanti, una delle quali si occupava di lei amorevolmente, al contrario dell’altra che invece la picchiava senza alcuna ragione.

E così è scattato l’arresto per la badante aggressiva, a seguito dell’ultimo schiaffo dato con violenza, tanto da far uscire il sangue dal naso alla 72enne malata di Alzheimer. Un militare si è recato presso l’abitazione dell’anziana, fingendosi un suo amico. La badante, prima di aprire la porta, ha rimesso in ordine e ripulito l’abitazione come se nulla fosse. Ma a dimostrazione delle sue violenze c’erano le riprese delle telecamere, che non le hanno dato scampo.

Si tratta di una terribile vicenda ai danni di un’anziana signora. La badante la maltrattava gratuitamente, sapendo della sua malattia e del fatto che non potesse reagire. Una persona senza scrupoli, che ora pagherà per i suoi gesti.

One response to “Vicenza, badante picchiava 72enne malata di Alzheimer: spiata dalle telecamere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.