Malasanità ad Albano, lasciato in barella per due giorni: muore in ospedale

Sembra essere un caso di malasanità quello proveniente da Albano Laziale (RM). Un uomo viene lasciato in barella per due giorni e poi muore in ospedale a Roma, dove viene trasportato troppo tardi

Forse si tratta di un caso di malasanità, ma la questione è da accertare. Un uomo viene lasciato in barella per due giorni e muore all’ospedale di Albano Laziale (in provincia di Roma). Venuta alla ribalta della cronaca nazionale per la vicenda della sepoltura di Priebke, la cittadina di Albano torna con una nuova vicenda di malasanità. Un uomo di 42 anni, Massimiliano Querci, è morto alla clinica “Nuova Itor”, per una pancreatite acuta. L’episodio risale al 5 novembre, ma è stato diffuso solamente oggi. Querci è rimasto per due giorni in attesa di accertamenti al pronto soccorso “San Giuseppe” di Albano. Il primo ricovero all’ospedale è avvenuto alle 6 del mattino del 3 novembre. Alle 8 l’uomo lascia l’ospedale. Dopo due ore, purtroppo, è costretto a tornare al pronto soccorso. Dopo 48 ore arriva la diagnosi e viene trasferita alla clinica “Nuova Itor” di Roma, dove morirà poco dopo. Sintetizzando la vicenda, il 42enne è stato lasciato in barella e visitato solo dopo due giorni: quando è stato scoperto che soffriva per una pancreatite acuta. I medici ne hanno così disposto il trasferimento ed è stato trasportato nella casa di cura “Nuova Itor” di Roma, dove però è morto quattro ore dopo l’arrivo. L’avvocato della famiglia Querci, Antonio Petrongolo, ha chiesto e ottenuto il sequestro della cartella clinica grazie alla collaborazione del P.M. Eleonora Fini. Il legale ha inoltre fatto pressione per ottenere la riesumazione della salma per far svolgere in fretta l’autopsia. Intanto, la vicina Procura di Velletri ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo dopo la denuncia sporta dai familiari dell’uomo. Sembrano esserci tutti gli estremi per un nuovo caso di malasanità, avvenuto stavolta ad Albano Laziale. Lasciato per ben due giorni in barella, l’uomo è stati visitato dopo che la situazione è peggiorata e così è stato trasportato a Roma, dove purtroppo è deceduto.

One response to “Malasanità ad Albano, lasciato in barella per due giorni: muore in ospedale

  1. senza entrare nel merito della vicenda, che non conosco, direi che mi sembra impossibile che, come riportato nell’articolo, il paziente sia stato visitato per la prima volta dopo 2 ore dall’accesso in pronto soccorso. Probabilmente il problema e’ stato un altro, a esempio la mancanza di posto letto in reparto o una complicanza di una pancreatite acuta diagnosticata tardivamente chissa’ perche’ visto che l’amilasi dovrebbe far parte del quadro degli esami d’entrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.