Papa Francesco e le visite ai senzatetto di nascosto ai cardinali

Papa Francesco non smette mai di stupire. Da quanto il Pontefice è stato eletto, infatti, abbiamo spesso sentito parlare di lui e dei suoi gesti fuori dal comune per un uomo della sua carica. Ma le sorprese di Papa Francesco continuano. Pare, infatti, che il Pontefice, di nascosto ai cardinali, sia riuscito a non farsi riconoscere dalla vigilanza travestendosi da prete, uscendo così segretamente dalle porte del Vaticano. Tutto questo perché Papa Francesco voleva a tutti costi far visita ai senzatetto.Da sempre con quello spirito anticonformista che lo contraddistingue dagli altre cariche clericali, Papa Francesco fa sempre di testa sua. Sempre alla ricerca di quel contatto con gli “ultimi”, i più poveri. Tra l’altro, pare che nella sua terra d’origine, Buenos Aires, il Papa era solito fare “visite” del genere: entrava nelle carceri, nei dormitori, confessando le prostitute. Nemmeno la sua alta carica da Pontefice è riuscita a cambiare la sua natura. «Il Papa un giorno mi ha detto: le tue braccia saranno il prolungamento delle mie braccia. Quando mi ha nominato Elemosiniere mi ha aggiunto: la scrivania non fa per te, puoi venderla. E non aspettare che la gente bussi, vai tu a cercare i poveri, fallo per me». Sono le parole di Don Corrado che però non si espone più di tanto. Lui conosce perfettamente ogni cosa che riguarda gli aneddoti di Papa Francesco, ma si limita semplicemente a non negare quel che già si sa. Continua Don Corrado, raccontando dei “desideri” di Papa Francesco: “Quando gli raccontavo che stavo andando da loro, mi chiedeva se poteva venire con me. Ma lui, all’inizio, non si rendeva conto del disagio che potevano creare queste sue uscite». Insomma, Papa Francesco ha sempre avuto un occhio di riguardo in più nei confronti dei più sfortunati, come è anche giusto che sia. Per lui la parola di Dio è anche questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.