Sanremo, commenti offensivi della Gialappa’s band su Rocco Hunt e la terra dei fuochi (VIDEO)

Durante l’esibizione del cantante Rocco Hunt a Sanremo, il famoso trio satirico della Gialappas’ band si è lasciato andare a commenti giudicati offensivi nei confronti del sud e della terra dei fuochi. Il Festival di Sanremo viene trasmesso da Rai 1 ma anche commentato dalla Gialappa’s band su RTL 102.5. Come sempre, il famoso trio si diverte a ironizzare sui cantanti e sui presentatori, sugli ospiti e sul pubblico. Non solo sul festival, ma anche su programmi famosi quali Il grande fratello, ecc. In questo caso, però, la loro ironia è andata oltre e molti si sono sentiti offesi. Infatti, durante l’esibizione del salernitano Rocco Hunt, i tre milanesi fanno una pessima figura quando rispondono così all’invito di alzare su le mani del cantate: “Sì e così passa un tuo compare e ci ciula il portafogli, vecchio trucco”, e infine affermando, in dialetto napoletano: “Sì nu juorn buon, ‘sta terra dei fuochi. Ma chi se ne fotte!”. Se la prima può anche essere fraintesa, sulla seconda i dubbi sembrano ben pochi. Sulla rete si è scatenata la polemica per queste frasi del trio, che ha anche risposto alle accuse. La Gialappa’s band non si scusa, e rilascia questo comunicato sulla pagina: “La Gialappa’s Band vi ha appena spiegato in diretta che, per quanto riguarda Rocco Hunt, non c’era alcun riferimento diretto ai napoletani, e per quanto riguarda La Terra dei Fuochi, si è trattato di evidente ironia su un testo che evidenzia più un sole splendente, che non una terra di veleni. Infine, i tre hanno invitato il pubblico a non dare interpretazioni personali. Insomma, su questa polemica tra il famoso trio, Rocco Hunt e la terra dei fuochi, ognuno si faccia la propria idea. Sta di fatto che a Sanremo è ancora polemica, il tutto in attesa di questa che sarà la serata finale del festival.

One response to “Sanremo, commenti offensivi della Gialappa’s band su Rocco Hunt e la terra dei fuochi (VIDEO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.