Monza, ristoratore si dà fuoco per protestare

Nella serata di ieri, a Monza, un ristoratore si è dato fuoco per protestare. Erano passate le ore 22, quando in viale Lombardia si è sfiorata la tragedia. Il comandante della Polizia Stradale di Seregno e un agente sono rimasti feriti nel tentativo di fermare il ristoratore che si è dato fuoco. Quest’ultimo ha cosparso di benzina una coperta e poi ci è salito sopra.

 Il ristoratore stava protestando con altri commercianti della zona già da qualche tempo. Infatti è previsto il posizionamento di barriere anti rumore, e queste non renderebbero visibili le attività e inoltre impedirebbero la sosta e l’accesso dei mezzi, arrecando dunque un danno al commercio della zona e al bar tavola calda del ristoratore che si è dato fuoco, il bar Raffaello. La situazione è degenerata con la posa definitiva delle barriere anti rumore. Il ristoratore ha deciso di compiere un gesto forte, una protesta di sicuro impatto. E così ha preso una coperta e l’ha cosparsa di benzina dandole fuoco e salendoci sopra. A salvarlo sono stati i poliziotti che si sono gettati su di lui. Il ristoratore e gli agenti sono rimasti feriti, e a soccorrerli sono stati i Vigili del fuoco e i sanitari del 118. A quanto pare nessuno dei tre ha riportato gravi ferite, anche se per un agente e per il ristoratore vi sono delle ustioni sparse in tutto il corpo.

Si attendono ulteriori aggiornamenti su questa vicenda che arriva da Monza, dove un ristoratore si è dato fuoco per protestare in difesa della sua attività lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.