Bari, tre rottweiler azzannano nonna e nipote: grave la donna

A Bari, tre rottweiler azzannano nonna e nipote di due anni: grave la donna

A Bari, tre rottweiler azzannano una nonna e suo nipote: grave la donna. L’episodio è accaduto domenica pomeriggio a Bari. Una donna di 58 anni e il nipote di due sono stati aggrediti dai tre rottweiler di famiglia. I cani azzannano la nonna e le dilaniano un braccio. La donna è in gravi condizioni. Inoltre, attaccano anche il nipote di due anni, ferendolo al volto. Il bambino non è in condizioni gravi e le sue ferite guariranno nel giro di soli 20 giorni. Secondo una prima ricostruzione fatta dagli agenti del commissariato di polizia di Bitonto, la donna avrebbe fatto da scudo al nipote ed è stata aggredita dai tre rottweiler. La nonna è stata prontamente soccorsa dal 118, e in seguito ricoverata nel Policlinico di Bari. È stata sottoposta a un intervento di chirurgia plastica fatto appositamente per ricostruirle l’arto dilaniato dai cani. Secondo il referto stilato dai medici che l’hanno visitata, la 58enne presenta ferite rilevanti anche alla testa e all’altro braccio. Il piccolo è stato ricoverato nell’ospedale San Paolo. I cani sono stati invece trasferiti nel canile di Bitonto. Insomma, una domenica di sangue quella avvenuta al sud Italia. Non è chiaro se ci sia stato un evento che abbia scatenato l’ira dei tre rottweiler. I cani non avevano la museruola ed evidentemente non avevano mai destato segnali preoccupanti, a tal punto da agire liberi in casa della famiglia. Comunque, i tre poi azzannano la nonna e il nipote di due anni: grave la donna, mentre nessuna preoccupazione per il piccolo.

One response to “Bari, tre rottweiler azzannano nonna e nipote: grave la donna

  1. I nostri parlamentari che tanto si preoccupano del benessere dei loro concittadini, invece che scaldare le poltrone in Parlamento e disquisire sul sesso degli angeli, cosa aspettano a mettere fuori legge questa razza di cani feroci? Ci vorrebbe che qualcuno di loro venisse azzannato,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.