Allarme sostanze tossiche nei tatuaggi: l’inchiostro è cancerogeno

Alcune sostanze tossiche sono presenti nell’inchiostro dei tatuaggi, che risulta cancerogeno. Al momento l’allarme riguarda solo il nord Italia, ma c’è timore che l’elemento incriminato possa essersi diffuso anche nel resto del nostro Paese. L’allarme non vale solo per l’Italia: le autorità sanitarie di gran parte del globo stanno tenendo sotto osservazione un pigmento per tatuaggi messo sotto accusa perché contiene sostanze tossiche al suo interno. Tuttavia, l’allarme è partito proprio in Italia. Questo pigmento si chiama Eternal INK Bright Orange (inchiostro eterno arancione brillante) e sarebbe cancerogeno. Il Ministero della Salute italiano ha messo al bando questo materiale, spiegando la sua alta pericolosità. L’allarme è partito nel nord Italia: l’Azienda regionale protezione ambientale (Arpa) del Piemonte, durante un’indagine nei laboratori di tatuaggi, ha scoperto che le boccette di inchiostro Eternal INK Bright Orange, realizzate negli Stati Uniti, erano presenti anche qui. Il materiale è ricco di 2-4-Diamminotoluene: una delle sostanze più tossiche che ci siano. Dunque, nuova grana nel mondo dei tatuaggi, dove chi utilizza questa sostanza mette in pericolo la salute dei propri clienti. L’inchiostro è cancerogeno e questa sostanza andrebbe bandita. Il Ministero della Salute sta setacciando vari laboratori per scoprire se si è trattato di un caso isolato o se l’Eternal INK Bright è stato venduto anche ad altri laboratori. Importante quindi andare solo da tatuatori fidati e chiedere se usano questo tipo di materiale, in modo da rivolgersi altrove e denunciare il titolare. Attenzione dunque a chi usa questo elemento proveniente dagli Stati Uniti e molto pericoloso per le persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.