La Russia sospesa dal G8


E così, la Russia è stata esclusa dal grande forum che coinvolge tradizionalmente i massimi governi. Il G8 , almeno per quest’anno, farà a meno della partecipazione della Russia e tornerà ad essere il G7 , come non accadeva più dal 1998.

Infatti, correva l’anno 1998 quando la Russia prese parte per la prima volta all’incontro periodico che coinvolge le grandi potenze planetarie. Quindi, si fa un passo indietro nel passato per ritornare al periodo in cui la Russia non aveva voce in capitolo almeno fino a quando non verrà risolto il conflitto che si è sviluppato intorno alla questione dell’ annessione della Crimea al territorio russo. La sospensione dalla partecipazione al G8 appare all’interno di un comunicato congiunto diramato dopo un incontro a porte chiuse che si è tenuto tra i capi di governo di Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Canada e Giappone. Inoltre, il prossimo incontro programmato a Sochi, città della Russia meridionale, è saltato. Per il prossimo giugno non ci sarà nessun summit internazionale in Russia. Ci sarà invece un incontro a Bruxelles nello stesso periodo e la Russia non sarà invitata a partecipare. Nel comunicato congiunto si sottolinea la violazione del diritto internazionale posta in essere dalla Russia che avrebbe tentato di acquisire illecitamente il territorio della Crimea contravvenendo tanto alle regole consuetudinarie quanto a quelle pattizie di livello internazionale: ”Il diritto internazionale proibisce l’acquisizione di una parte o di un intero territorio attraverso la coercizione o la forza. Tali comportamenti violano i principi base che costituiscono il sistema internazionale. Condanniamo il referendum illegale tenuto in Crimea, in violazione della Costituzione dell’Ucraina. Condanniamo inoltre con forza il tentativo illegale, da parte russa, di annettere la Crimea in violazione del diritto internazionale consuetudinario e pattizio. Non riconosciamo né l’uno né l’altro”. Già lo scorso 17 e 21 marzo venne prevista e applicata la prima parte delle sanzioni per l’illecito comportamento. Il prossimo passo consisterà nel somministrarne la seconda parte che, a quanto pare, prenderà di mira settori ampi dell’economia russa, coinvolgendo indirettamente anche gli interessi di altri paesi.


Leggi altri articoli di Dal Mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close