Crisi, imprenditore sale sulla cupola della Basilica di San Pietro


Un uomo è salito sulla cupola della Basilica di San Pietro in Vaticano con l’intento di srotolare uno striscione, molto probabilmente di protesta nei confronti del governo. L’uomo si chiama Marcello di Finizio ed è un imprenditore triestino, titolare di un locale sul lungomare di Trieste.
Particolare protesta in queste ore nella Basilica di San Pietro. L’imprenditore triestino Marcello Di Finizio è salito sulla cupola, e sta cercando di mostrare uno striscione. L’uomo non è nuovo a queste forme di protesta: in precedenza già altre tre volte, è salito sul celebre cupolone.
Titolare di un noto locale situato sul lungomare di Trieste, Di Finizio è solito protestare contro la crisi, da lui definita un vero e proprio “massacro” per gli italiani e specialmente per i piccoli imprenditori. Nel mirino anche l’euro e le imposizioni economiche che da esso derivano per il Paese.
L’ultima volta che Di Finizio ha manifestato sulla cupola della Basilica di San Pietro è stato lo scorso mese di maggio. Nell’ultimo anno, tante sono state le proteste – spesso molto più violente – da parte di titolari di piccole imprese che denunciano l’impossibilità di andare avanti nello svolgimento della propria attività alla luce di una crisi economica ben lungi dall’essere superata.


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close