Cagliari, bei voti in cambia di sesso: professore di matematica arrestato


Sesso in cambio di bei voti: questa la particolare richiesta di un professore di matematica, docente presso un istituto magistrale di Cagliari. L’uomo è sotto inchiesta da tre anni e per i sospetti era anche stato sospeso dall’insegnamento. Adesso è stata appurata la sua colpevolezza. L’uomo prometteva bei voti in cambio di prestazioni sessuali con le sue allieve minorenni. Avrebbe ricattato così alcune studentesse tra i 15 e i 18 anni dell’Istituto Magistrale di Cagliari. Abusi si sono susseguiti alle continue richieste da parte di Antonio Melis, 47enne insegnante di matematica.

Denunciati pe sesso rumoroso: era un giovane che guardava un film hard – LEGGI QUI

È stato arrestato e ora si trova ai domiciliari, su disposizione del Gip del Tribunale di Cagliari, Giorgio Altieri. Nell’ordinanza di custodia cautelare, in particolare, si far riferimento a un episodio. Il professore avrebbe fatto sesso con un’allieva mentre una compagna faceva da palo. Ciò sarebbe avvenuto all’interno della scuola e la studentessa coinvolta nell’episodio era in lacrime poiché costretta dal ricatto del professore. L’uomo costringeva con il ricatto altre ragazze a fare sesso con lui.

Tragedia a Cagliari: una donna è stata trafitta, in spiaggia, da un ombrellone – LEGGI QUI


Non solo in cambio di bei voti: costrinse un’allieva ad avere prestazioni con lui sotto la minaccia di confessare ai suoi genitori l’omosessualità della giovane. La ragazzina le aveva fatto questa confidenza e l’uomo ne ha approfittato per ricattarla. Le vicende sarebbero iniziate nel 2005, ma la prima denuncia ufficiale risale al 2011. Adesso l’uomo è stato arrestato, ma l’adolescenza delle sue giovani vittime è stata segnata.


Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close