Bossetti comprò un coltello prima dell’omicidio di Yara?

Chi ha ucciso Yara Gambirasio? E’ stato davvero Massimo Giuseppe Bossetti? Un vero mistero nel quale però non mancano gli indizi e gli indizi sembrano dimostrare che il muratore di Mapello potrebbe essere davvero l’assassino. Non dimentichiamoci che sugli slip di Yara ci sono tracce del dna di Bossetti, una prova certo che da sola non basta ma che è un ottimo punto di partenza. Non dimentichiamo neppure che Bossetti a oggi è solo il presunto assassino di Yara e che non sarà colpevole fino a quando non arriverà il terzo grado di giudizio. In ogni caso oggi è il solo indagato per la morte della tredicenne di Brembate. Il settimanale Giallo lancia delle nuove indiscrezioni sulle ore che hanno seguito la scomparsa e quindi l’omicidio della piccola Yara.

Sembra che Bossetti abbia acquistato, oltre al cemento preso per il quartiere di Chignolo, anche un coltello. E’ questa la nuova indiscrezione che viene ribadita dal settimanale che segue sempre con grande interesse i principali casi di cronaca italiani e non solo.

LA MOGLIE DI BOSSETTI PARLA IN TV: STASERA A MATRIX

Il coltello comprato da Bossetti potrebbe avere delle affinità con quello usato per accoltellare Yara. Pare che sia di titanio e ricordiamo che tracce di questo stesso metallo furono ritrovate sul corpo della ginnasta. Pare che durante l’ultima perquisizione in casa di Bossetti questo coltello non sia stato trovato, cosa che farebbe appunto pensare che l’arma possa essere stata la stessa utilizzata in occasione dell’omicidio della Gambirasio. Una coincidenza che il coltello sia stato comprato solo qualche giorno prima di quel maledetto 26 novembre oppure chi indaga inizia a pensare che ci siano dei tasselli collegati uno all’altro che potrebbero anche far pensare a un qualcosa di premeditato?

Davvero tante cose di cui parlare ma in concreto, almeno per ora, sembra non esserci nulla anche se probabilmente chi indaga ha nelle mani tutto quello che serve per dimostrare la colpevolezza dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.