Roma, 22enne aggredisce la Polizia senza apparente motivo

A Roma, un 22enne aggredisce la Polizia senza un apparente motivo. L’uomo è stato poi bloccato e arrestato dalle forze dell’Ordine. La vicenda era cominciata con una rapina. Una donna si era rivolta agli agenti di polizia fermi in via Garibaldi. Era stata scippata poco prima da due ragazzi a bordo di uno scooter. Mentre la vittima del furto stava parlando con gli agenti, si è avvicinato improvvisamente un giovane. L’uomo, identificato successivamente per S.D., di 22 anni, ha iniziato a inveire contro gli agenti di Polizia. Prima ha espresso giudizi negativi sul loro operato e poi è passato alle minacce.

Aggredisce così le guardie che stavano tentando di aiutare una donna, vittima di un furto. I poliziotti hanno deciso di accompagnare il 22enne preso gli uffici del Commissariato per accertare la sua identità. Il giovane era sprovvisto di documenti. Poco prima di farlo salire in macchina, si è avvicinato un altro giovane, identificato per A.N.E., di 21 anni. Quest’ultimo ha cercato di ostacolare le attività dei poliziotti, favorendo la fuga di S.D.. L’uomo che ha aggredito gli agenti di Polizia senza motivo è stato però raggiunto e bloccato. Prima di essere nuovamente fermato, però, si è liberato di un revolver. Lo ha lanciato sotto un’auto parcheggiata. Minaccia e aggredisce una pattuglia e per questo viene arrestato.

Roma, ladri arrestati a Termini – LEGGI QUI

Anche quando è stato raggiunto per la seconda volta ha iniziato a inveire contro di loro. Ad aiutare il 22enne di Roma ci hanno pensato anche altre due persone: A.N.E. e F.D., 26enne di Cagliari. Grazie all’intervento di altre pattuglie, i tre sono stati accompagnati negli uffici di Polizia. In seguito è avvenuta la perquisizione nell’abitazione di S.D.. Qui, sono stati rinvenuti 14 involucri di carta stagnola contenenti marijuana. Il 22enne è stato arrestato per aggressione ingiustificata, resistenza, lesioni a Pubblico Ufficiale, minacce aggravate, porto abusivo d’arma e detenzione ai fini dispaccio di stupefacenti. Gli altri due, invece, sono stati denunciati per favoreggiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.