C Day: oggi la manifestazione a Roma e in tante altre piazze italiane

È arrivato, dunque, il C Day! Oggi si scende in piazza, a Roma, ma anche in centinaia di altre piazze italiane ed europee, per difendere la Costituzione. La manifestazione, organizzata da Libertà e Giustizia, Articolo 21 e Valigia Blu, ha riscosso enorme approvazione e sono fioccate le adesioni su internet.

La manifestazione è organizzata per difendere i valori della legalità repubblicana e della dignità costituzionale che non deve essere calpestata” si legge nel comunicato dei promotori.

Il corteo principale partirà da piazza della Repubblica a Roma alle ore 14, aperto da un tricolore di 200 metri quadrati, per giungere in piazza del Popolo, dove artisti e personaggi della cultura si alterneranno sul palco prontamente allestito. Alessandro Pace, Ascanio Celestini, Monica Guerritore, Daniele Silvestri sono solo alcuni di coloro che parteciperanno alla manifestazione.

Alla stessa ora in altre piazze italiane, Napoli, Milano, Perugia, Bologna, Messina, e tantissime altre che è possibile vedere sul sito dell’evento (http://adifesadellacostituzione12marzo.wordpress.com/2011/02/18/appuntamento-1/), prenderà vita il C Day. Ma non è tutto. Anche gli italiani al’estero hanno deciso di dimostrare la loro solidarietà, per cui si avranno manifestazioni, sit-in, flash mob anche a Londra, Amsterdam, Bruxelles, Praga e altre città.

In piazza sicuramente molti studenti, intenzionati ad esprimere ancora una volta il loro dissenso contro le politiche del governo per quanto riguarda la scuola e l’istruzione. Presente anche il Popolo Viola.

Annunciata anche la presenza dei partiti di opposizione, dal Pd all’Idv, da Sel alla Federazione della sinistra, ed è probabile la presenza di esponenti del Terzo Polo.

Una manifestazione di massa, quindi, che ha il pregio di riuscire ad unire intorno alla Carta Costituzionale le più svariate realtà.

Ci aspettiamo una bella giornata di sole tanta partecipazione e tanta gioia di stare insieme. Per poter dire ancora una volta che la Costituzione è viva, è bella, e non si tocca. Attenzione però questo non vuol dire che non può essere corretta (come già in passato è stato fatta) ma non può essere modificata e soprattutto non in nome dell’interesse di uno solo, ma del Paese” afferma il comitato promotore.

Giuseppe Procida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.