Napoli al ballottaggio: la sfida è tra Lettieri e De Magistris

Ultime ore per decidere il destino di 88 comuni in tutta Italia. Nella giornata di oggi infatti, domenica 29 maggio, e in quella di domani, lunedì 30 maggio 2011, sono richiamati alle urne tutti gli elettori residenti nelle città in cui i candidati sindaco e presidente della provincia non abbiano raggiunto il 50% più uno dei voti. In particolare, tra i ballottaggi in cui il clima è più acceso, troviamo quello della città di Napoli, in cui si sfidano i candidati Lettieri e De Magistris. Nella città partenopea il candidato di centrodestra Gianni Lettieri, ha chiuso il primo turno col 38,52% delle preferenze contro il 27,52% dei voti ricevuti dal candidato dell’Italia dei valori Luigi De Magistris. Vediamo insieme quali sono le ultime notizie.Nella giornata di ieri, il candidato del Pdl Gianni Lettieri, ha fatto un giro nel rione popolare di Sant’Erasmo visitando il mercato del Caramanico. Nell’occasione, ha parlato con alcune centinaia di persone. Poi, senza troppi giri di parole, parlando dell’incendio del deposito del suo comitato elettorale, Gianni Lettieri ha detto di trovare sorprendente il silenzio di de Magistris sull’accaduto.

L’ex pm risponde così: ”Avevo gia’ previsto che avrebbero tirato fuori a poche ore dal voto un tentativo di inquinamento democratico: oggi presentero’ un esposto alla procura della repubblica di Napoli, sia sul voto di scambio che stanno portando avanti persone vicine al candidato Lettieri, sia sul tentativo di strategia della tensione messo in atto da ambienti e personaggi che stanno sostenendo la candidatura di Lettieri”.

Secondo le anticipazioni, nell’esposto De Magistris punta anche l’indice contro quelli che definisce ”ambienti camorristici’‘ a sostegno del suo avversario.
Parole che hanno acceso ancora di più la miccia tra i due: Lettieri ha affermato di aver sempre preso voti puliti, e chiede al candidato del centrosinistra di fare i voti e di riferire i fatti circostaziati. E poi aggiunge: “Sta perdendo le elezioni. Lo ha capito e per questo reagisce cosi’. Lui parla tanto per parlare. Se continua a fare come ha fatto nei confronti tv, sollevando solo polveroni, dovrebbe tacere, smettendola di alimentare questo clima violento. E questo i cittadini lo hanno capito”.

Ecco come si vota.

Sm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.