Referendum 2011, “San Tommaso is back!”: concerti gratis e sconti per chi vota

Logo dell'iniziativa "San Tommaso is Back!"

San Tommaso is back!“, è questo il titolo dell’iniziativa che vedrà impegnati artisti e commercianti in seguito al referendum del 2011. Il riferimento a San Tommaso sta per “se non vedo non credo“. Sì, perchè per partecipare ai concerti, non si dovrà acquistare nessun biglietto, ma solo mostrare la tessera elettorale con il timbro che attesti la partecipazione al Referendum del 12 e 13 giugno 2011. Una nobile iniziativa quindi, che esorta alla democrazia e alla partecipazione alla vita dello Stato. Votare è un dovere, ma soprattutto un diritto che appartiene a tutti noi.

“San Tommaso is back!” nasce per far fronte alla scarsa informazione su questo Referendum. E l’iniziativa di alcuni artisti e commercianti punta proprio a fare informazione, per incentivare la partecipazione. Per avere le agevolazioni, basta aver votato, e non conta se lo abbiate fatto con un sì o con un no. La promotrice è Pilar, la cantante romana, il cui vero nome è Ilaria Patassini.

Pilar

La sua idea si è estesa a macchia d’olio, e in 18 città, saranno più di 50 gli eventi di questo tipo. Pilar si esibirà il 13 giugno presso lo studio del fotografo Paolo Soriani, e sarà accompagnata da Federico Ferrandina. Al riguardo la cantante ha detto di voler “fare qualcosa di concreto“, in quanto si tratta di “un referendum troppo importante per essere ignorato“. Pilar inoltre ci tiene a vedere con i suoi occhi le tessere elettorali, e sarà quindi alla porta quella sera per verificare di persona che i partecipanti abbiano esercitato il loro diritto-dovere, votando per il Referendum 2011 “su acqua, energia nucleare, legittimo impedimento“.

Dall’idea di Pilar ha preso piede una serie di eventi “San Tommaso is Back!”, grazie all’adesione di numerosi artisti in molte città d’Italia, tra cui Milano, Napoli, Enna, Palermo, Treviso, e molte altre. Tra i promotori ci sono iSecond Grace, gli Gnu Quartet, e anche l’attore Jacopo Cullin, che aderirà all’iniziativa da New York. Pilar esorta tutti a dar vita a questi eventi, “per boicottare il boicottaggio“.

Ma le sorprese per chi vota non finiscono qui. Mostrando la tessera elettorale timbrata, si potranno ricevere agevolazioni anche dai commercianti, con cene scontate, regalo di gadget, come bijoux, notti economiche in bed&breakfast, e tanti altri.

Per saperne di più su questa iniziativa, basta visitare il sito ?”San Tommaso is back!”. Votare, conviene!

A.D.

2 responses to “Referendum 2011, “San Tommaso is back!”: concerti gratis e sconti per chi vota

  1. Scusate ma mi sembra una minchiata!
    Si vota perchè votare è un’azione connaturata alla democrazia. Se la gente decide di non votare allora merita l’italietta ignobile che abbiamo adesso. Ma non esiste pensarsi un’azione commerciale e promozionale e legarla ad un atto civile come una votazione. Questo è squalificare la coscienza di una nazione, abbassarsi allo stesso livello di chi invita ad andare al mare il giorno delle votazioni.
    Spiacente, disapprovo incondizionatamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.