Tracce Maturità 2011, i 150 anni dell’Unità d’Italia tema banale?

Domani si parte. La prima prova della maturità 2011 avrà inzio. In queste ore gli studenti vanno a caccia di quelle che potrebbero essere le tracce che il Ministero della Pubblica Istruzione ha preparato per le migliaia di studenti che domani saranno seduti con un bel foglio protocollo davanti. Si parte con la prima prova, quella di italiano uguale in tutte le scuole. Dalle indiscrezioni uscite fuori in questi giorni la traccia sull’Unità di Italia, i 150 anni dal 17 marzo 1861, sembra una delle papabili. Qualcuno però dice che si tratterebbe di una traccia fin troppo banale ma in questi casi mai dire mai. Magari in molti hanno trascurato un veloce ripasso alla parte storica riguardante quel periodo credendo che fosse fin troppo semplice che si scegliesse questo argomento e invece…Potrebbe essere questo il tema storico?

Magari visto che in ogni caso in quinta liceo ( o anche per le altre scuole)  il 1861 non è proprimente programma di storia perchè viene fatto l’anno prima, la traccia del tema potrebbe essere più ampia prendendo come punto di riferimento quella data per poi fare un excursus di tutto quello che è successo nel nostro paese in questi 150 anni. E quindi li ci sarebbe da parlare di tutto il ‘9oo: dalle due grandi guerre mondiali che hanno coinvolto l’Italia, passando per il ventennio fascista e poi ancora gli anni ’50 del dopoguerra, gli anni caratterizzati dal terrorismo e gli anni ’90 con le varie Tangentopoli fino ad arrivare al 2000 e poi a tutto quello che in questi giorni il nostro paese sta vivendo. Dalla politica all’arte toccando magari anche il mondo della tv e dello sport. Una traccia che potrebbe magari aiutare i meno bravi in italiano ma che potrebbe essere anche molto interessante per chi volesse fare un discorso completo sui 150 anni dell’Italia. Oppure si potrebbe parlare di un fatto importante ma questo dipenderebbe molto anche dalla struttura della traccia.

Insomma voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.