Internet libero: crescono le proteste contro il bavaglio dell’Agcom

Internet vs Agcom: come andrà a finire? Sono in molti ad avere che il timore che la delibera dell’Agcom per tutelare il diritto d’autore potrebbe trasformarsi in censura ed è per questo che in queste ore sta crescendo la mobilitazione nel mondo della rete: una protesta che parte dal web 2.0 per concretizzarsi nelle strade del nostro Paese. E’ prevista infatti, per il prossimo 5 luglio, una notte bianca: sono molte le adesioni arrivate finora: si va da piccoli gruppi in rete alle prese di posizione dei partiti italiani. La paura più grande è che la delibera dell’Agcom possa trasformarsi in una vendetta, da parte del Governo, nei confronti degli ultimi risultati elettorali perchè, com’è noto, sia per il referendum che per le elezioni amministrative, la rete ha svolto un ruolo importante in Italia, come mai era successo finora. Adesso per bloccare un sito, secondo la delibera, basterebbe anche solo un filmato, o una musica, protetti da copyrightTra i Partiti, troviamo in prima linea il Pd e l‘Italia Dei Valori di Di Pietro. Per quanto riguarda il partito Democratico, è stato Roberto Cuillo a parlare, dicendo che questa delibera dell’Autortà Garante delle Comunicazioni va nella direzione di difendere gli interessi della televisione e inibire l’attività spontanea e individuale della rete. Di Pietro parla proprio di censura. Infatti secondo il leader dell’Idv, quest’iniziativa è molto importante per evitare, appunto, la censura della Rete. Aggiunge che nel nostro Paese, la rete libera è uno dei pochi spazi informativi rimasti al di fuori dei poteri forti e dove la partecipazione democratica è ancora possibile, e lo dimostrano le ultime battaglie, partite dal web e vinte nella vita reale. Le iniziative sono molteplici:

si parte il 4 luglio con la protesta dei palloncini organizzata dal gruppo Valigia Blu. Ci si presenterà davanti alla sede dell’Agcom portando 10, 100, 1000 palloncini da far volare poi tutti insieme. Per dire a questi signori che la Rete non si tocca, perché la Rete vola. Poi una Notte contro la censura, il 5 luglio.

One response to “Internet libero: crescono le proteste contro il bavaglio dell’Agcom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.