Calabria, sbarcano profughi in barca a vela a Roccella Jonica

Immigrati in Calabria

Si torna a sbarcare anche in Calabria: questa volta non è la Sicilia la terra prescelta per ricominciare una vita. I profughi arrivano anche Riace, e poi vengono condotti a Roccella Jonica, non su uno scafo o su un barcone come di solito siamo abituati a vedere ma su una barca a vela. Sono più o meno 50 i migranti che hanno raggounto il nostro paese scegliendo come costa d’arrivo quella calabrese.

Tra questi ci sono venti i bambini, in molti non hanno neppure due anni. E’ stata la Guardia di Finanza a intercettare la barca a vela che stava per approdare sulle coste di Riace, paese noto nel resto di Italia per i Bronzi. I migranti sono poi stati condotti fino al porto di Roccella Jonica. Hanno affrontatao come spesso accade in questi casi un viaggio in condizioni disumane ma la loro salute sembra piuttosto buona. Dopo il loro arrivo le autorità hanno provveduto a identificarli e poi a trasferirli nei centri di prima accoglienza. Le nazionalità di provenienza sono varie.

Gli immigrati sono stati condotti in Italia da due scafisti. I due uomini appena si sono resi conto che ad attenderli sulla spiaggia ci sarebeb stata la Guardia di Finanza sono scappati su un gommone. Dopo aver fatto alcuni metri a bordo del gommone lo hanno poi abbandonato e sono fuggiti a piedi. Gli agenti stanno cercando di rintracciarli.

Sembra poi che sempre questa mattina ci siano stati altri sbarchi. Dovrebbero essere avvenuti in provincia di Lecce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.