Melania Rea ultime notizie, è un regolamento di conti tra due donne?

Le ultime notizie sul caso di Melania Rea non ci danno ancora il nome di un colpevole sicuro. Quello che sappiamo è che per la giustizia per ora c’è un solo colpevole: è Salvatore Parolisi. Ma qualcuno però pensa che si tratti di un regolamento di conti tra due donne. Questa è la convinzione dello psicologo Meluzzi che già da un pò di tempo è convinto del fatto che Parolisi non sia un uxoricida. Lo ha sempre detto Salvatore Parolisi non ha la cattiveria per uccidere in modo efferato una donna che è sua moglie: troppe coltellate e troppa violenza. Ha un complice quindi, o forse a questo punto è lui il complice di qualcuno?

Non lo dice Meluzzi ma è un dubbio che l’opinione pubblica può avere. I conti non tornano e questo lo diciamo già da tempo: troppe bugie, racconti che non tornano, azioni da evitare. Parolisi è solo un bugiardo ma non è un assassino: lo pensa qualcuno mentre la stragrande maggioranza è convinta che sia stato lui il colpevole.

Un regolamente di contri tra due donne: questa è invece l’opinione dello psicologo Meluzzi. Ecco le sue parole: ”piu’ che un omicidio commesso da un marito, sembra un regolamento di conti fra donne”. E continua poi: ”La coltellate inferte in maniera disordinata fanno pensare a una mano femminile”. Che Salvatore sia stato chiamato in un secondo momento per rimediare all’accaduto? O che addirittura non c’entri nulla con l’omicidio di Melania Rea? Un caso che sembrava risolto e invece…

Leggi anche:

Capelli di donna sul corpo di Melania Rea

La foto che scagionerebbe Salvatore Parolisi

Salvatore Parolisi: è caccia al complice

 

 

12 responses to “Melania Rea ultime notizie, è un regolamento di conti tra due donne?

  1. No, non è un regolamento di conti tra due donne, ma il regolamento di conti definitivo di Salvatore con Melania, del marito con la moglie, di cui si voleva liberare, come risulta dai tantissimi messaggi fra il Parolisi e la caporalessa sua amante.

  2. ha fatto tutto parolisi, preso dalla perseguzione e pressione di ludovica, ha aspettato il momento giusto per la preda, lei che fa` pipi`, lui traditore ha il freddo coraggio di colpire, immagginate la scena, sono arrabbiati se ne dicono di tutti i colori e gridano a vicenda,lei debole per cause di donne… dice: mi viene di fare pipi`,lui approfitta della debolezza e` le dice attirandola ha se e baciandola, vai cara non ti preocupare ti faccio da paravento, non ti vede nessuno, mentre la riassicura lei si bassa, o Dio adesso e` il momento giusto, mi ha girato le spalle, adesso e` il diavolo che le parla: dai- dai parolisi colpisci adesso o mai piu`, nemmeno si accorgera`, adesso ho mai piu`, se non colpisci adesso ti giochi il futuro felice con ludovica,ed ecco che alza la mano e` l`ammazza, lui e` calmo, questo momento lo filmava da tempo, per il resto, ha continuato con la l`immaginaria freddezza, colpo riuscito.

  3. Parolisi ha portato Melania nel bosco, hanno litigato, le ha confessato che la storia con Ludovica non era affatto finita e non intendeva finirla ma, anzi di andare a vivere con lei, Melania ha reagito e forse lo ha anche offeso e lui l’ha colpita, ma questo era già nella sua mente da tempo visto i discorsi con l’amante, dammi tempo, aspetta, ma cosa doveva aspettare Ludovica se non la liberazione per sempre dalla moglie. Comunque la complicità di una donna c’è e io penso più a qualcuno della famiglia che amici.I capelli sul corpo di Melania sono della persona che ha agito sul corpo dopo la morte, come faceva una donna a colpirla così ferocemente, Melania era molto alta era una donnona si sarebbe difesa un pochino.

  4. la foto dimostra che i testimoni hanno mentito sul fatto che non c’era nessuna macchina vicino alle altalene, invece chiaramente la macchina c’è e’ simile a quella di parolisi,e la foto pone un altro punto a favore di Parolisi ,vi ricordate quando i testimoni e gli inquirenti dicevano che l’abbigliamento di parolisi era troppo estivo per il giorno 18 aprile cHe faceva freddo?i testimoni Hanno mentito guardate il ragazzino moro ce è in canottiera e pantaloncini corti a dimostrazione cHe quel giorno faceva caldo, nella foto inoltre non si vede la fantomatica signora che dice di essere stata alle altalene dalle 14,30 fino alle 15 30, siccome le tre foto dei ragazzi porta un orario DALLE 15,13 fino alle 15,22 la signora non c’era,nel frattempo però è stato trovato dna femminile sull’unghia di melania dove è stato sfilato l’anello, dna femminile sull’anello sulle mutandine e capello di donna addosso a melania, che cosa aspettano gli inquirenti a trovare la donna?i cani avevano annusato l’odore di melania a san marco fino al monumento dei caduti, lo sapete che al monumento dei caduti a san marco si aggancia la cella telefonica di Ripe?quindi il telefono di melania non darà certezze su dove stava ,ma i cani non mentono.gli inquirenti avevano ipotizzato che melania avesse tirato l’anello addosso al marito dopo una litE FALSO,nell’ordinanza cautelare gli inquirenti scrivono:l’assassino è un destrorso melania è stata presa alle spalle con un taglio da destra a sinistra,scusate ma il taglio doveva essere da sinistra verso destra, l’assassino-a può essere mancino?SOLO SE MANCINO il taglio può essere da destra a sinistra,queste affermazioni degli inQuirenti sono sconcertanti,

    BRAVO MASSIMO PRATI AD INDIVIDUARE LE FOTO CHE SMENTISCONO LA PROCURA E I TESTIMONI, QUESTO E’ VERO GIORNALISMO, LA PROCURA DICE CHE QUELLA FOTO DIMOSTRA CHE NON C’è NESSUNA MACCHINA FALSO PROPRIO IN QUELLA FOTO C’E’ LA MACCHINA CHE ASSOMIGLIA A QUELLA DI PAROLISI, E ANCHE NON FOSSE LA SUA DIMOSTRA PERO’ L’INATTENDIBILITA’ DEI TESTIMONI, CHE HANNO MENTITO,

    I CANI NON MENTONO LE INDAGINI DEVONO RIPARTIRE DA LI’

  5. Sarebbe stato sufficiente per Salvatore assoldare Anna, per la sua difesa, ed avrebbe risparmiato i soldi per due bravi legali che gli costeranno cari. Peccato però che abbiano ragione proprio i due medici legali della Procura di Ascoli, perché le ferite da taglio nell’aggressione da dietro, o proditoriamente alle spalle, vengono inferti proprio come sono stati descritti, esattamente dall’alto in basso e da destra a sinistra con una arma da taglio e punta, come un coltello corto. La lesione potrebbe essere da sinistra a destra, come immagina Anna, solo nel caso in cui si volesse squarciare, ma quest’azione delittuosa avrebbe richiesto un ben altro tipo di arma differente da quella usata, a lama lunga e stretta, diverso da un piccolo coltello a lama corta, e soprattutto la mancanza di resitenza della vititma ed un gran forza nel braccio. I colpi sono stati sferrati pertanto proprio come ha scritto il prof. Tagliabracci, perché lo spostamento laterale da destra verso sinistra è minimo, mentre è maggiore l’asse dall’alto verso il basso, nell’intenzione precisa di affondare l’arma nelle carni di Melania, e non di squartarla o sbracarla in senso trasversale. Riguardo alla possibile macchina della foto, essa non ha alcun significato difensivo determinante, al di là di un’apparente sensazione iniziale di elemento decisivo, perché ammesso si tratti di un’auto, dovrà essere provato che sia una Renault Scenic, sia dello stesso colore nero di quella di Salvatore, che soprattutto sia la sua, anche perché potrebbe non esserne l’unico possessore, dato che in strada ne circolano tante dello stesso modello. Qualora fosse la sua non proverebeb nulla ugualmente, perchè dimostrebbe solo che Salvatore alle 15,13 era in arrivo su Colle San Marco per la messincena della scomparsa della moglie, morta già almeno mezz’ora prima nel Bosco delle Casermette di Ripe di Civitella. Come mai Salvatore e la bambina non sono mai ritratti, nelle foto dei ragazzi, nel parco giochi accanto alle altalene, dove dalle 14,30 alle 15,20 avrebbe dovuto dondolare la figlioletta, cone ha sempre sostenuto nelle sue dichiarazioni!? Riguardo ai cani di tutto si può dire, meno che siano precisi purtroppo; in ogni caso avrebbero annusato l’odore di Melania sul corpo sia della bimba che di Salvatore, perché in efetti alle 15,30 e seguenti sono stati sul pianoro di Colle San Marco. Tutto il resto è depistaggio operato dal marito, e di tempo e libertà di movimento ne ha avuti in abbondanza sia il 19 che il 20 aprile, poiché il Parolis ha fatto di tutto meno che partecipare alle ricerche della moglie. Se questi sono gli argomenti difensivi, Salvatore rischia davvero l’ergatolo, perché ci vorranno ben altri elementi decisivi e determinanti per scagionarlo, e se fosse innocente, cosa che agli atti non credo, non mi dispiacerebbe, beninteso.

  6. ma i capello della donna c’è o come al solito non hanno preso in considerazione questo elemento importante? il dna sotto l’unghia di melania a chi appartiene?

  7. se prendi una persona alle spalle e la persona è destrorsa il taglio si fa da sinistra verso destro in caso contrario può essere un mancino o mancina.

    sull’anello c’è il dna femminile a dimostrazione che l’anello è stato sfilato da una donna e non tirato addosso da melania al marito dopo la lite,si fanno congetture senza senso, inoltre gli inquirenti hanno verificato lestrade che erano bloccate per frane se corrispondono a quelle che parolisi avrebbe dovute percorrere da Folignano? folignano -Ripe 25 minuti partenza 14,10 visti dai vicini,uccidere cambiarsi pulirsi,partenza per san marco altri 20 minuti arriviamo seza considerare l’uccisione alle 14,55 alle 15 è visto da ranelli alle altalene cn 5 minuti non si riesce a compiere nemmeno il delitto più pianificato,gli inquirenti dicono che alle 15,15 parolisi èp ancora a ripe falso, perchè da ripe a san marco ci si impiega 20 minuyìti, alle 15,20 parolisi fa da san marco la telefonata alla moglie poi con la macchina si sposta dalle altalene al ristorante dove parcheggia,non mi risulta che parolisi avesse l’elicottero per volare

    alle 15 davanti al ristorante di san giacomo c’era il gruppo di militari che è ripartito per ripe per finire l’esercitazione, avrebbero dovuto incontrare la macchina di parolisi, o vedere il corpo di melania.il proprietario del ristorante di san giacomo ha dichiarato che anche il giorno dopo il 19 aprile c’erano le esercitazioni di militari di chieti è possibile che anche il giorno dopo non hanno visto nulla?vicino al corpo di melania c’0era però uno scontrino del 19 aprile troppe cose non ritornano ho l’impressione che si voglia chiudere in fretta e furia l’inchiesta per non indagare all’interno dell’esercito e degli altri militari.

    spostiamo le indagini su chi era presente alle casermette a ripe,troppa gente per non vedere parolisi e la sua macchina.
    le sentinelle e i 28 militari hanno dichiarato che non hanno visto nulla quindi nemmeno parolisi o la sua macchina concentriamoci su ripe.a meno che non ci vogliano far credere che tutti i militari presenti a ripe sono complici,
    di parolisi assassino,nelle esercitazioni fanno anche i video e le foto, gli inquirenti acquisiscano questi video e queste foto,le indagini a senso unico non portano da nessuna parte stanno facendo lo stesso errore sul caso yara ,i cani non mentono

  8. finalmente è venuto fuori quello che dico damesi ,il dna femminile sulle mutande di melania è dell’amica sonia, quella stessa amica che ha depistato dicendo che era una coppia perfetta, quella stessa amica che ha chiamato alle 14,40 e inviato un sms ad un telefono che sapeva essere a casa,la setssa amica che mentre telefona a melania il suo telefono aggancia la cella telefonica di san marco e non di folignano, la stessa amica che a chi l’ha visto racconta nei minimi particolari cio che ha fatto melania alla mattina,chi le ha raccontato tutto questo?la stessa amica che giustifica il suo dna dicendo che la sera prima ha stirato insieme a melania,gli inquirenti sono proprio dei fessi, la sera prima è la coppia parolisi che va a casa di sonia, che abita in un altro palazzo, se hanno stirato hanno stirato i panni di sonia, melania non risulta che abbia portato i suoi panni a stirare. le menzogne e i depistaggi di sonia sono sotto gli occhi di tutti,un lapsus agghiacciante pronuncia a chi l’ha visto:con queste cattiverie melania la stiamo uccidendo……………..la stanno uccidendo un’altra volta………PROVA NUMERO UNO A RIPE SULLE MUTANDE DI MELANIA C’è IL DNA SI SONIA NON DOVEVA ESSERCI,LA GELOSIA E L’INVIDIA è IL MOVENTE?NON SCORDIAMOCI CHE STEFANIA LA MOGLIE DI PACIOLLA DICHIARò CHE IL MARITO DI SONIA AVEVA IMPORTUNATO MELANIA.GLI ASSASSINI SONO O FRA LE AMICHE E AMICI O IN CASERMA FRA I MILITARI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.