Università: si è partiti oggi con i test di Medicina

Sono moltissimi gli studenti che sognano di indossare il camice bianco e che, sanno benissimo, per farlo devono aver superato i test di ingresso alla facoltà di Medicina. Si parte questa mattina con i test al Gemelli. Nel Lazio, a sostenere la prova sono 17mila, contro i 1473 posti  disponibili tra le diverse università: stiamo parlando de La Cattolica, La Sapienza, Tor Vergata e Campus Biomedico. Dunque a entrare e coronare il sogno di studiare Medicina sarà uno studente su 11. Si è partiti questa mattina  al policlinico Gemelli. I controlli, come sempre in questi casi, saranno molto ferrei: nessuno copia, si entra per merito. Il preside Rocco Bellantone ha spiegato che ognuno avrà un compito personalizzato con un differente ordine delle domande e delle risposte . Le buste con i test, elaborati da una società esterna, arriveranno soltanto all’università solo una prova della prova e saranno corretti al computer per evitare qualunque intervento umano.

Naturalmente, come sempre in questi casi, rimane obbligatoria la consegna di cellulari e smartphone sul tavolo della commissione. A sorvegliare che tutto si svolga per il verso giusto e senza brogli saranno gli stessi docenti e i vigilantes della Cattolica che si occuperanno della bonifica delle aule. Agli orali saranno esaminati, dal 7 al 12 settembre, 600 ragazzi, 160 al giorno, assegnati per sorteggio da un notaio alle otto commissioni.

Il 5 settembre toccherà a Sapienza e Tor Vergata. Qui 30 classi saranno dedicate ai 2527 iscritti: “wifi staccato e aule schermate“, già avvertono. Chi deve uscire per andare al bagno sarà accompagnato. Alla Sapienza, le 7369 aspiranti matricole saranno dislocate nella città universitaria e nelle facoltà di Economia e Psicologia. Una buona notizia per chi odia studiare per prepararsi ai test l’estate: “Anticiperemo lo scritto ad aprile – dice il preside della Cattolica Bellantone –  e gli orali a giugno per risparmiare un’estate sui libri agli studenti valutando i voti degli ultimi anni di liceo“.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.