Sposo dice no sull’altare, parla il parroco che celebrò le nozze

Ieri avevamo parlato della strana storia di un matrimonio finito con un “no” secco dello sposo. A Monpoli, provincia di Bari, quando il parroco ha pronunciato la fatidica frase: “vuoi tu prendere come tua legittima sposa, promettendo di esserle fedele sempre, in salute e in malattia e di amarla e onorarla per tutti i giorni della tua vita..?” si sarebbe sentito rispondere “No” da parte dello sposo e, quando il sacerdote ha chiesto spiegazioni dall’altare, lo sposo avrebbe risposto “chiedetelo alla sposa e al testimone“. Insomma una storia di tradimenti: il testimone, migliore amico dello sposo, gli aveva rubato la donna.

Alla fine tutti quanti sono andati a festeggiare: chi per il ritorno al nubilato (i parenti dello sposo con lo sposo) e chi per la nuova relazione (la sposa e il testimone). Clicca qui per leggere l’articolo. Oggi è intervenuto il parroco che celebrò le nozze dei due, Don Vincenzo Muolo.Il sacerdote ci ha tenuto a precisare che quello che è stato raccontato ieri dalla stampa  è “Tutto falso, completamente falso, mai accaduto nulla del genere“. IL sacerdote afferma che sabato non sono stati celebrati matrimoni in cattedrale e l’ultimo matrimonio è stato celebrato il 10 settembre, di domenica. Matrimonio che è andato benissimo, come i tanti che ha celebrato. Aggiunge: “Potrei mai mentire?  È, ripeto, una notizia destituita da qualsiasi fondamento, così come è falso il riferimento a una perpetua che avrebbe detto che la cosa sarebbe vera. Noi qui non abbiamo una perpetua, di cosa stiamo parlando?“. Dunque è davvero tutto falso quello che hanno raccontato i giornali e i siti di informazione di tutta Italia ieri, 20 settembre 2011?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.