Sciopero generale Torino 20 aprile: ecco le ultime notizie

Venerdì infernale per tutta l’Italia e in particolar modo per le città più grandi, tra queste anche Torino, dove lo sciopero generale provinciale di otto ore del trasporto pubblico locale indetto da Filt Cgil che riguarderà il servizio urbano, suburbano e metropolitana dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 e le autolinee extraurbane dalle 10 alle 14 e dalle 17.30 alle 21.30. Intanto ieri a Torino si è svolta la manifestazione della Cgil: in piazza insieme alle bandiere della Fiom e di alcuni partiti della sinistra che hanno sostenuto l’iniziativa si sono viste anche alcune bandiere di rsu della Uilcem, della Pirelli e della Smat. Nel corso della manifestazione è intervenuta anche Donata Canta, la segretaria della Camera del lavoro di Torino, che ha detto: “E’ un paese con la memoria corta che non si ricorda perche’ siamo arrivati qui, pensionati e lavoratori pagano e denunciano la crisi noi abbiamo memoria perche’ la paghiamo tutti i giorni con la mancanza del lavoro, l’aumento delle tasse e la riduzione dei servizi. Il governo Monti -ha proseguito Canta- deve cambiare marcia, il lavoro e’ la priorita’ e se non si investe sul lavoro questo paese sara’ sempre piu’ povero e i sacrifici non saranno serviti a niente, nemmeno a risanare i conti pubblici”. “Non e’ la riforma del lavoro a creare posti di lavoro. La mobilitazione spontanea dei lavoratori e la dichiarazione di 16 ore di sciopero della Cgil hanno costretto il governo per la prima volta a fare un passo indietro e c’e’ una nuova mediazione politica che rinomina la parola reintegro. Questo e’ bene -ha concluso- ma un sindacato deve dare certezze ai lavoratori che di fronte ad un licenziamento illegittimo il giudice debba stabilire il diritto al reintegro”. Le manifestazioni della Cgil si tengono oggi anche a Roma e a Bologna.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.