Attualità Italiana

Stupratore Velletri, le donne seguono un corso di autodifesa

Lo stupratore di Velletri è ancora libero: le donne decidono di fare un corso per imparare a difendersi


E’ passato più di un mesa da quando per la prima volta lo stupratore di Velletri ha agito. Da quel giorno di lui sono arrivati diversi identikit grazie alle donne che hanno trovato il coraggio di descriverlo. Lui però ha continuato indisturbato a portare il panico tra la popolazione di Velletri e ad oggi non ha ancora un nome. La paura che possa tornare di nuovo ad agire è tanta proprio per questo le donne di Velletri hanno deciso di fare qualcosa: un corso di autodifesa contro il maniaco seriale.  Quando non ci si sente al sicuro c’è poco da fare: bisogna imparare a proteggersi con le proprie mani. Non è di certo bello pensare che sia stato chiesto un corso di autodifesa perchè quest’uomo è ancora libero e potrebbe colpire indisturbato ma qualcosa bisognerà pur fare. E così le donne si organizzano e cercano nuove strade.


Dicevamo già in precedenza che alcune donen di Velletri che sono scampate alla violenza sessuale del maniaco hanno trovato la forza di fare anche un identikit ma a quanto pare non è ancora servito a nulla. Hanno allora deciso di prendere l’iniziativa aderendo alla proposta dell’associazione sportiva Challenge Shooting Italia: un corso per aiutare le donne a superare il terrore e a riappropriarsi della loro quotidianità .

Riusciranno a combattere la paura di incontrare il maniaco per strada? Riusciranno ad uscire anche dopo le otto di sera senza aver paura di essere aggredite, violentate e derubate?



Seguici

Seguici su

Google News Logo


Ricevi le nostre notizie da Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.