La lettera di Davide Stival per il compleanno del piccolo Loris

Una data speciale per chi può festeggiare, una data dolorosa per chi per la prima volta non ha il suo bambino con una torta di fronte e nove candeline da spegnere. Il piccolo Loris quest’anno non ride e scherza con i suoi amici, non può sporcarsi di panna. E’ stato ucciso il 29 novembre e da quel giorno suo padre ha perso uno dei due angeli della sua vita. Oggi prova a coccolare senza mostrare tutto il dolore che prova, il piccolo di casa ma non è semplice. Ha scritto una lettera il papà di Loris, una breve ma intensa lettera per il compleanno del suo bambino. Ve ne abbiamo già parlato qualche giorno fa, oggi su Giallo in esclusiva le immagini di quella lettera e il testo integrale. Inizia così: “Nel giorno del suo
compleanno voglio ricordare mio figlio Lorys così come è sempre stato: contento
con tutti i suoi compagnetti e felice con il suo adorato fratellino piccolo”. Il dolore della morte di un figlio per un genitore è una cosa che non si può spiegare e Davide, oltre al lutto da portare per quel piccolo che non c’è più, ha nel cuore il dubbio che a uccidere il suo bambino sia stata sua moglie. Veronica Panarello dal carcere continua a dirsi innocente ma per i giudici è lei l’assassina, è lei la persona che ha ucciso il piccolo Loris la mattina del 29 novembre del 2014. 

Una lettera piena di amore e di commozione quella che Davide ha deciso di scrivere al suo bambino con la convinzione che da lassù suo figlio possa leggerla. “Lorys, vi volevate tanto bene, e come fratello maggiore ti sei sempre preso cura di lui. Adesso sei un angioletto speciale volato in cielo. Ti sentiamo vicino ed è per questo che il tuo nome è sempre presente fra noi. Ci sono sere che guardo il cielo con il fratellino che mi dice “guarda papà… quante stelle”. Tra quelle la più luminosa sei tu, che ci guardi in questo cammino e dai a tutti noi la forza di andare avanti. Sei e resterai sempre presente nei nostri cuori. Auguri per il tuo compleanno! Il tuo papà Davide”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.