Caso Yara, le ultime notizie con le rivelazioni da Quarto Grado: Bossetti è stato incastrato?


Puntata domenicale della domenica di Quarto Grado dedicata al caso Yara Gambiarasio e all’omicidio della tredicenne. In carcere, dopo il processo di primo grado per l’omicidio della piccola, Massimo Giuseppe Bossetti continua a proclamare la sua innocenza. Gli avvocati dell’operaio cercano di raccogliere tutte le prove utili per dimostrare che c’è ancora qualcosa che non torna e non sono i soli a credere, a quanto pare, che Bossetti sia innocente. La puntata di Quarto Grado in onda il 9 aprile 2017 si apre con le dichiarazioni davvero scioccanti di Giangavino Sulas, giornalista di Oggi che racconta di aver parlato con un sacerdote che pare sappia molto di questo caso. Secondo le parole del giornalista, il sacerdote gli avrebbe detto che Bossetti “sarebbe stato incastrato“. Gianluigi Nuzzi, conduttore del programma, cerca di capire che cosa ci sia in questa storia di detto e non detto . A quanto pare non sono solo chiacchiere, ma se davvero così fosse, perchè il sacerdote non ha raccontato a chi di dovere, quello che aveva da dire? Non finisce qui perchè il giornalista di Oggi conferma delle voci che circolano da giorni: Bossetti non avrebbe solo un fratellastro, ce ne sarebbero infatti due. Secondo il racconto di Sulas infatti, i figliastri di Guerinoni sarebbero due, un uomo e una donna che non sono figli della stessa madre.

L’autista di Gorno a quanto pare si dava molto da fare, stando a quello che le voci di paese, e non solo, raccontano. Il giornalista spiega che ci sono stati anche dei controlli, che si conoscono anche le identità di queste persone ma che non entreranno mai a far parte del processo che vede Bossetti imputato con l’accusa di omicidio.

A proposito di questa storia, che riguarda appunto i fratellastri di Bossetti, nella puntata di Quarto Grado in onda questa sera è stata letta una lettera, agli atti, che racconta di una relazione molto particolare. E’ quella di una ragazza che racconta della sua relazione con il “Beppe” autista di linea. Lei andava a scuola e prendeva la corriere, racconta di come ha conosciuto quell’autista dal quale poi ha avuto un figlio. Un primo bacio, un nuovo mondo anche se lei sapeva benissimo che era sposato. Intanto i mesi passavano, lei andava ancora a scuola…La signora racconta di come facevano l’amore in macchina e di come lei si preparava per il suo Beppe. Lui stava molto attento perchè non avrebbe mai voluto avere un bambino. E poi il ciclo che non arrivava: lei lo disse al suo amante ma l’autista sparì. E così l’amica che aveva conosciuto sulla corriera le diede una mano: non poteva avere figli e decise di adottare il figlio di quella ragazzina. Lei lo vide solo pochi secondi dopo la nascita, la sua amica le promise che lo avrebbe viziato. La lettera chiude: “Mi chiedo ancora se mio figlio avesse lo stesse debole che aveva suo padre per le ragazzine.” 

Una frase che fa davvero venire i brividi…

In puntata gli esperti di dna si dividono con le loro tesi: c’è chi crede che Bossetti possa essere innocente, c’è chi invece sostiene che il dna lo incastra in modo che non si può contestare in nessun modo. Non entriamo per l’ennesima volta in questi tecnicismi, anche perchè i processi si fanno in aula e il primo grado c’è già stato. 

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo