Sparatoria a Pescara: un morto e un ferito grave, killer in fuga

Le ultime notizie da Pescara: un agguato davanti a un bar, il bilancio è di un morto e un ferito grave
pescara agguato

Un altro fatto di sangue in questa calda estate italiana. Le ultime notizie arrivano da Pescara dove questo pomeriggio, c’è stata una sparatoria a Pescara. I fatti sono accaduti davanti a un bar all’angolo tra Via Ravasco e la Strada Parco, a poca distanza dal centro cittadino. Secondo le prime informazioni, ci sarebbe un morto e un ferito grave, trasportato in ambulanza all’ospedale cittadino. La notizia della morte di una persona viene confermata da tutti i media locali abruzzesi, che confermano purtroppo, quanto trapelato pochi minuti fa. Secondo quanto riferisce Il Corriere della sera, l’aggressore, l’uomo che avrebbe ucciso una persona con colpi di arma da fuoco, si sarebbe dato alla fuga. L’allarme sarebbe stato dato da un negoziante che ha chiamato i soccorritori. Sul posto ci sono 118, polizia e carabinieri che hanno delimitato l’area. Presenti diversi testimoni che potrebbero aver visto qualcosa. Si cerca anche nei filmati delle telecamere vicine alla scena del crimine.

Sparatoria a Pescara il primo agosto, le ultime notizie: c’è un morto

Le vittime della sparatoria nel bar di Pescara sono italiane, la conferma viene dagli inquirenti. Il ferito è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale di Pescara in condizioni disperate. Il bilancio quindi, purtroppo, potrebbe cambiare nelle prossime ore.

Il corpo della vittima è invece ancora a terra tra i tavolini, coperto da un lenzuolo. A sparare secondo alcune prime ricostruzioni sarebbero state due persone, forse con il volto coperto. Sul posto sono arrivati il questore di Pescara Luigi Liguori e il dirigente della Mobile Gianluca Di Frischia, nonché il sindaco Carlo Masci. Il fatto è avvenuto in una zona residenziale a poche centinaia di metri dal centro della città, vicino ad un parco. Il sindaco, in diretta con i media locali, ha parlato di un possibile regolamento di conti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.