Bin Laden morto, erano prevedibili le reazioni

Come era prevedibile, le reazioni all’uccisione di Bin Laden non si sono fatte attendere, e tutti i media hanno dato ampio risalto all’avvenimento.  Titoloni in prima pagina del viso barbuto dello “sceicco del terrore” , come veniva soprannominato, campeggiano in tutti i quotidiani di oggi, e nelle aperture dei telegiornali.  Se da un lato è comprensibile il sollievo, che è il sentimento che più si avverte nelle varie reazioni, merita una citazione, ed anche una riflessione,  anche il monito del Vaticano, che ha levato una voce un po’ controcorrente, forse:  “non si dovrebbe festeggiare per una morte”. 

 Effettivamente, è chiaro che nessuno di noi rimpiange i messaggi registrati (veri o presunti) con i quali Bin Laden rivendicava gioioso la morte di innocenti esseri umani. Le sue parole aberranti, almeno quanto lo erano i suoi atti,  sono ancora impresse nella memoria collettiva.  Però sono altrettanto convinto che molte persone, in cuor loro (e qualche voce autorevole lo ha detto anche pubblicamente) avrebbero preferito una cattura da vivo, anche perchè tra l’altro lo sceicco avrebbe, forse, potuto fornire qualche elemento prezioso per ricostruire qualche elemento utile alle indagini che si stanno compiendo senza sosta sul terrorismo internazionale.   Tuttavia, pare, dai primi riscontri, che il commando militare che ha compiuto il blitz non abbia avuto scelta, visto che il terrorista ha opposto resistenza, facendosi anche scudo, a quanto è trapelato, con una delle sue mogli, presente nell’appartamento al momento dell’operazione.  Proseguono intanto i festeggiamenti, soprattutto negli Stati Uniti, in cui evidentemente la memoria di quanto è accaduto l’11 settembre è ancora viva e profonda.

One response to “Bin Laden morto, erano prevedibili le reazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.