Osama Bin Laden dubbi uccisione, vediamo le teorie complottistiche

L’uccisione di Osama Bin Laden non convince. In rete sono molte le teorie complottistiche emerse in questi due giorni. Sono infatti troppe le cose che non tornano sul presunto blitz che avrebbe portato alla morte del leader di Al Qaeda Bin Laden, ricercato per dieci anni dagli americani. Probabilmente a far partire i sospetti è stata la diffusione della falsa fotografia del suo corpo. Ma a destare dubbi sull’uccisione di Osama Bin Laden è il fatto che sia avvenuta in un momento strategico per Barack Obama. La campagna elettorale è infatti vicina, e  il consenso nei confronti di Obama era molto basso. Questo evento ha quindi fatto crescere moltissimo il gradimento nei suoi confronti, facendolo arrivare nelle posizioni più alte di tutti i sondaggi.

Dal sito TakingSkull, blog che analizza attentamente le notizie, arriva un elenco di cinque teorie complottistiche sull’uccisione di Osama Bin Laden. Tali teorie sono quelle che circolano prepotentemente in rete nelle ultime ore. Vediamole insieme.

La prima teoria complottistica comprende coloro che sono scettici sul fatto che l’uomo ucciso fosse realmente Osama Bi Laden, e si legge “non era realmente lui“. Il dubbio proviene dal test del DNA, per vari motivi. Infatti, nonostante sia stato effettuato il test per verificare la reale morte del leader di Al Qaeda, nessuno ha potuto vederlo ed esaminarlo. Altra motivazione di tale scetticismo è dovuta al fatto che tale test sia stato effettuato basandosi sul DNA della sorella di Bin Laden, la quale viveva in America ed è deceduta molti anni fa a causa di un tumore. Inoltre i risultati sono arrivati in un tempo troppo breve, e ciò ha portato a pensare che forse la morte di Bin Laden fosse solo presunta, oppure che forse era già morto tempo fa. In quest’ultimo caso gli americani avrebbero tirato fuori la cosa ad arte per prendersene i meriti. Ma i dubbi provengono anche dalla sepoltura dell’uomo, avvenuta in fretta e furia, come se si volesse eliminare ogni possibilità di ottenere prove concrete della sua uccisione. Perchè non mostrare il corpo di Bin Laden?

La seconda teoria è quella che sostiene che “i pakistani sapevano tutto“. Infatti il luogo in cui Bin Laden si trovava era facilmente individuabile, in quanto vicino ad esso si trovavano anche strutture militari pachistane. E poi perchè gli americani non avrebbero dovuto informare i pakistani della missione? Si temeva che avrebbero messo in allerta Osama Bin Laden? La questione è controversa. Infatti all’inizio si diceva che le forze pakistane avessero operato insieme agli americani per la cattura del leader di Al Qaeda, mentre invece successivamente si smentiva tale collaborazione. Quale potrebbe essere il motivo della presenza di due versioni differenti sulla vicenda?

La terza teoria complottistica sostiene che Osama Bin Laden aveva provato ad arrendersi, “ma lo hanno ucciso lo stesso. Non si capisce infatti perchè ucciderlo invece di catturarlo. Pare che la motivazione sia quella di evitare un lungo e complicato processo. Ma in questa teoria emerge anche la possibilità che sia stata una delle guardie del corpo di Bin Laden ad ucciderlo, per far sì che non cadesse in mano americana. Tale tesi sarebbe plausibile, in quanto pare ci fosse un accordo tra il leader del terrorismo internazionale, e le sue inseparabili guardie del corpo, che avrebbero dovuto sparargli qualora fosse emersa la possibilità che gli americani lo catturassero.

La quarta teoria comprende coloro che pensano che Bin Laden “era già stato ucciso tempo fa. Perchè quindi tirare fuori la cosa solo ora? Le motivazioni potrebbero essere due: una di origine politica, e l’altra legata al fatto che annunciare la morte di Bin Laden ora sarebbe stato meno pericoloso piuttosto che tempo fa. Come spiegare però il fatto che il blitz c’è stato davvero? L’attacco sarebbe stato organizzato in modo strategico per rendere veritiera la morte del leader di Al Qaeda.

L’ultima teoria complottistica è dovuta al fatto che “la data dell’annuncio dell’uccisione è sospetta“. L’1 maggio è infatti l’ottavo anniversario dell’annuncio che la missione era stata compiuta, avvenuto da parte di George W Bush quando l’esercito americano aveva conquistato l’Iraq. I sostenitori di questa teoria pensano che in questo modo si sia voluto sottolineare che solo ora la missione è stata davvero compiuta.

Intanto in rete emerge una nuova foto, la quale dovrebbe provare l’uccisione di Osama Bin Laden. Ma ormai risulta abbastanza difficile dare credibilità a tali notizie. Ecco di seguito la foto.

Assunta De Rosa

One response to “Osama Bin Laden dubbi uccisione, vediamo le teorie complottistiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.