Mario Balotelli in missione, salva un bambino dai bulli

Di Mario Balotelli si è sempre parlato per due motivi: a causa delle sue bravate oppure per elogiare le sue prestazioni calcistiche. Questa volta invece il calciatore ha messo su i panni di super eroe, del resto è Super Mario, e ha salvato un bambino dai bulli. Un’azione che merita quindi di essere raccontata, lo hanno fatto i giornali inglesi, è giusto che lo facciano anche quelli italiani. E così eccoci qui a raccontare la storia che vede l’attaccante del Manchester City protagonista. Cosa è successo a Mario Balotelli?

Tutto ha inizio un giorno durante un allenamento. Procede come sempre in maniera regolare tra esercizi vari e poi arriva l’incontro con i tifosi. Un piccolo bambino, accompagnato dalla mamma, attira l’attenzione di Balotelli ( e non siate maligni, non è stata la madre ad attirarla…). Un piccolo tifoso chide all’ex attaccante dell’Inter l’autofrago. Fin qui nulla di strano. Mario poi gli chiede come mai non sia a scuola. Qui arriva quello che non ti aspetti: il bambino  confessa di non andare a scuola perchè perseguitato dai suoi compagni. E’ una vittima di bullismo.

Ecco allora che super Mario mette i panni da super eroe e in men che non si dica trova la soluzione al problema del suo piccolo ammiratore. Sale in macchina con mamma e bambino e in pochissimi minuti raggiunge la scuola. Incontra il preside e racconta tutto quello che ha saputo. Cosa ci vuole adesso? Un patto di tregua tra il piccolo e i bulli che gli davano fastidio.

Balotelli strappa una promessa di pace e la sua missione si può dire compiuta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.