Indignados manifestano a Madrid

I manifestanti spagnoli, ormai conosciuti in tutto il mondo con il nome di Indignados, si sono dati ancora una volta, appuntamento a Madrid, per una manifestazione che dovrebbe accogliere nella capitale spagnola, circa 50 mila persone.

I manifestanti, divisi in sei cortei, raggiungeranno il centro storico della città, dove ha sede il Parlamento ed anche se non potranno circondarlo, resteranno nelle immediate vicinanze. I cortei si  riuniranno in un unico agglomerato per denunciare, ancora e sempre con maggior forza, la corruzione che dilaga nel paese, la collusione dei banchieri, la disoccupazione e l’assenza di prospettive per un futuro decente.

La Spagna, in grave crisi, non riesce a sollevarsi né a porre rimedio alla dilagante disoccupazione dei giovani, che ormai ha raggiunto livelli altissimi. Infatti, a scendere in piazza e a mobilitarsi come Indignados, sono proprio i giovani spagnoli, stufi di essere relegati ad osservatori impotenti dinanzi alle ingiustizie, alla corruzione e desiderosi di poter cambiare questo stato di cose.

Non solo a Madrid si scenderà per le strade, ma anche in altre città spagnole, per mostrare al Governo che il paese è unito e coerente con gli Indignados. Le manifestazioni sono state tutte organizzate dal movimento “Democrazia Real Ya!”.

Le misure prese dal Governo per superare la crisi, non convincono gli Indignados che vorrebbero un intervento migliore per superare la crisi. Gli spagnoli non hanno alcuna intenzione di aprire una nuova crisi internazionale e seguire la Grecia nella lunga ed esasperante lotta contro i gravi tagli alla spesa.

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.