Messico, c’è la piantagione di “maria” più grande del mondo

Si trovava in Messico la piantagione di Marijuana più grande del mondo: avrebbe prodotto ben 160 milioni di dollari. Usiamo il passato e il condizionale perché i militari messicani l’hanno scoperta e, come è ovvio, l’hanno sequestrata, per bruciare tutti i fiori di “maria”. La piantagione si estendeva su 120 ettari, nello Stato della Bassa California, vicino San Diego. Il comandante militare della zona ha annunciato che è la più grande mai localizzata nel Paese. Il generale Alfonso Duarte, comandante della Seconda zona militare, di base a Tijuana, ha parlato della piantagione dicendo che era la più grande della storia del Messico. Secondo il militare, i frutti della piantagione avrebbero permesso la produzione di 120 tonnellate di marijuana, pari a un valore di oltre 113 milioni di euro.L’enorme piantagione è stata scoperta in una zona di campi di pomodori i cui c’era anche un accampamento per ospitare 60 lavoratori. Tuttavia non si sa ancora a quale gruppi di narcotrafficanti appartenesse il tutto. Il generale ha poi specificato che la piantagione più estesa finora scoperta era di 104 ettari. Il presidente Felipe Calderon, già dal 2006 sta dispiegando decine di migliaia di soldati per le strade per prendere i trafficanti di droga. Il Messico è il più grande fornitore amercano di marijuana e la maggior parte della cocaina consumata negli Stati Uniti passa attraverso questo paese. La piantagione che si estendeva su 120 ettari, come detto prima, è stata distrutta e le piante e i fiori di marijuana verranno bruciati, secondo quanto hanno riferito ieri le autorità messicane.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.