GMG 2011, Indignados contro la polizia: sono 7 gli arresti e 11 i feriti

Brutto bilancio per la Giornata Mondiale della Gioventù 2011. La notte scorsa, sette persone sono state arrestate e 11 ferite lievi, a conclusione della manifestazione che gli “indignados” hanno organizzato per protestare contro l’arrivo di papa Benedetto XVI. Alla manifestazione hanno partecipato migliaia di persone per contestare i costi della GMG sostenuti dal governo spagnolo, che in questo momento è attanagliato da una grave crisi finanziaria e ha al suo attivo 5 milioni di disoccupati. Nonostante nei giorni scorsi gli organizzatori avessero reso note le spese, sottolineando che il 70% dei costi è pagato dai ragazzi che partecipano alla GMG, il restante si divide tra sponsor e donazioni di privati, i manifestanti si sono scontrati proprio contro queste spese.

Tutto questo sembra non condividere, comunque, l’opinione degli “indignados” che sono scesi in piazza scandendo slogan contro la visita di Benedetto XVI, il più usato è stato: “Dalle mie imposte non un soldo al Papa”. È questa l’accusa che viene fatta alla manifestazione, ma il portavoce della GMG, anche stamane, ha sottolineato che le spese sono a carico della Chiesa, l’unico onere della Spagna, sottolineato anche dal portavoce del governo spagnolo Josè Blanco, è per la sicurezza che è uguale ad ogni altra manifestazione che avviene nel paese, anche per quelle degli “Indignados”.

Alcuni momenti di tensione si sono avuti quando la manifestazione ha incontrato il gruppo di pellegrini in giro per la capitale. I due gruppi, si sono fronteggiati sono con cori, anche perché la polizia ha fatto di tutto per tenere i due gruppi lontani. Poi, gli agenti hanno chiesto ai pellegrini di allontanarsi e solo allora la polizia ha cominciato a caricare i manifestanti. Il bilancio ha dell’incredibile, perché è la prima volta che una GMG, momento di festa per i giovani cattolici, viene fronteggiata in questo modo da oppositori della Chiesa.

Alle 12.00, orario di arrivo del papa all’aeroporto di Madrid, ci sarà un’altra forma di protesta, inscenata dai gay, lesbiche spagnoli che protesteranno contro la politica della Chiesa su questo argomento dandosi un bacio collettivo.

Questa mattina, comunque, tutto ha seguito il solito itinerario. I ragazzi della GMG si sono diretti alle catechesi in tutta tranquillità, poi avranno il pomeriggio libero, in attesa di incontrare il papa in serata a

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.