Terrorismo: arrestato in Pakistan uno dei leader di Al Qaida

Younis al-Mauritani, uno dei leader di Al Qaida, è stato arrestato in Pakistan mentre, insieme ad altri due terroristi, preparava attentati. L’uomo, mente ed esponente di punta dell’associazione terroristica, si trovava in compagnia di altri due terroristi. I tre vengono considerati “figure chiavi” dell’organizzazione. Il tutto è avvenuto a Quetta, città capoluogo della provincia di Baluchistan, durante un’operazione di intelligence, che ha messo a frutto la collaborazione tra Stati Uniti e Pakistan, che cercano ormai da anni, di debellare l’organizzazione internazionale di Al Qaida, legata a quella originaria di Bin Laden.

Seconda una fonte dell’esercito, i tre uomini stavano pianificando degli attentati, sulle coste americane, europee e australiane, utilizzando per questi, delle barche bomba.

Il compito di Younis al-Mauritani, era quello di trovare degli obiettivi sensibili, quali oleodotti, raffinerie, gasdotti, petroliere da colpire successivamente con le barche cariche di esplosivo. Un compito, questo, affidatogli direttamente dal leader massimo, Osama Bin Laden e che i tre volevano portare a termine anche dopo la morte del loro leader.

Un’eredità questa, che i tre hanno cercato di portare a termine con scrupolo anche se il loro mentore è ormai morto.

Una collaborazione, quella delle forze militari statunitensi, con quella pakistana, che sta dando buoni risultati, riuscendo a fermare anche molti terroristi che si preparano con attacchi terroristici. Una minaccia seria per Al Qaida che prova a distruggere questo sodalizio con continui attacchi verso la popolazione.

Un cambio di strategia quello delle barche bomba che prende il posto delle auto, e soprattutto dei kamikaze umani molto utilizzati soprattutto in quest’ultimo periodo e in Pakistan.

Teresa Corrado

One response to “Terrorismo: arrestato in Pakistan uno dei leader di Al Qaida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.