Cristina Fernandez de Kirchner rieletta alla presidenza dell’Argentina

Quello di Cristina Fernandez de Kirchner è stato davvero un trionfo nella sua amata Argentina. Si sono da poche ore, scrutinate le schede delle elezioni e la Presidente argentina ha ricevuto il consenso dal 53,2% dei votanti. Il suo avversario numero 1, il socialista Hermes Binner, si è accontentato del 17%. Una votazione che ha visto la donna ottenere un consenso politico, da parte dei cittadini, immenso. Sicuramente buona propaganda avrà fatto la politica portata avanti dalla Presidente, già nel suo primo mandato, che è rivolta ai giovani e alla ricrescita dell’Argentina.

La popolazione ci crede nella sua Presidentessa e l’ha appoggiata assicurandole tutta la buona volontà e soprattutto la fiducia nel suo lavoro, nella politica che sta seguendo la donna per rimettere l’Argentina in sesto e risollevarla dalla crisi.

Le prime parole della donna sono stata rivolte a tutti i cittadini, perché, come ha sottolineato sempre la Presidentessa, la sua deve essere una vittoria di tutti. E rispondendo a chi, dalle opposizioni, ha mostrato timore per il potere che la donna ha acquistato nel paese. Ma Cristina Kirchner ha tranquillizzato tutti nel suo primo discorso da rieletta alla Plaza de Mayo, tra una folla festante, formata soprattutto da giovani che hanno festeggiato la rielezione della loro candidata con fuochi d’artificio, tamburi, bandiere. Sottolinea che non è spinta da alcuna ambizione o interessi personali nel suo mandato che la farà restare alla Casa Rosado per un nuovo mandato.

La sua è solo voglia di continuare il progetto cominciato con il suo defunto marito Kirchner, morto durante il suo mandato, mettendo in primo piano la riorganizzazione sociale del paese, salvaguardando i diritti dei più deboli. La gioia della Presidente è anche nella visione della piazza ricca di giovani pronti a sostenere le sue idee, ed è a loro che si rivolge spiegando che loro hanno compreso quanto il lavoro che sta portando a termine è proteso al loro futuro.

Un discorso rivolto a specificare che lei stessa è, non solo la prima donna eletta in Argentina, ma anche la prima rieletta, un primato che sottolinea il buon lavoro che insieme al suo team, sta svolgendo per migliorare la vita di 40 milioni di argentini, che le hanno dato fiducia, ma anche a chi, negli anni, ha dato fiducia a suo marito, che ha ricordato con affetto e a quanti come lui hanno lavorato e combattuto per il bene della patria.

Teresa C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.