Usa, bimbi uccisi a scuola: il killer aveva disturbi mentali

È il ragazzo nella foto, il responsabile della strage nella scuola di Newton, in cui hanno perso la vita 27 persone, 20 delle quali sono bambini. Il killer ha agito mascherato. Si chiama Adam Lanza, ha soli 20 anni. A rivelare la sua identità sono i media americani. In un primo momento infatti, si pensava che si trattasse di Ryan Lanza, il fratello 24enne di Adam. Ma secondo la tv Nbc l’autore della strage avrebbe rubato un documento del fratello, prima di recarsi alla scuola per commettere il folle gesto. Da qui sarebbe derivato lo scambio di identità. Secondo le ultime notizie Adam Lanza aveva dei disturbi mentali: era affetto dalla sindrome di Asperger, considerata una grave forma di autismo. A rivelarlo è il New York Times. Tra i sintomi della malattia degenerativa ci sarebbero la fobia sociale e la personalità schizoide. Chi conosceva il ragazzo lo descrive come una persone intelligente, che aveva alti voti in matematica anche se non aveva finito il liceo.Il racconto di chi ha vissuto il dramma – Un bimbo di otto anni racconta gli attimi della strage con il terrore negli occhi, ai microfoni della Wcbs-tv. Queste le sue parole: «Ho visto i proiettili nel corridoio vicino a quello in cui mi trovavo e poi un’insegnante mi ha spinto in una delle classi. Il loro rumore era come se qualcuno stesse dando pedate ad una porta», raccont il bimbo parlando degli spari spari, mentre la madre lo abbraccia e si dice infinitamente grata all’insegnante che ha salvato il suo bambino.

Uno dei genitori ha raccontato il dramma: «Erano tutti isterici. Genitori. Studenti», riferisce una mama. «C’erano bambini che uscivano dalla scuola. Erano insanguinati. Non ho idea se fossero feriti, so soltanto che erano insanguinati», aggiunge la donna. Un insegnante, per salvare i suoi alunni, non appena ha capito quello che stava accadendo ha immediatamente chiuso a chiave la porta, riunendo tutti i bambini in un angolo della stanza, facendoli uscire solo con l’arrivo della polizia.

5 responses to “Usa, bimbi uccisi a scuola: il killer aveva disturbi mentali

  1. Teste deformate che sembrano palloncini sgonfi per le crivellate di ak-47, mercenari che sgozzano gole dei bambini con la stessa abilità con cui Gordon Ramsey impiatta i tagliolini nei suoi programmi e occhi di madri che vedono le proprie creature spegnersi ridotte in scheletri dalla fame, malattie e povertà… questo accade ogni singolo giorno con decine di centinaia di morti bianche nel mondo e i media mi parlano di un ragazzo schizzofrenico che spara qualche colpo e tutti si sdegnano facendo tanto la figura dei psicologi perbenisti… ecco perchè non riesco far altro che essere indifferente come lo siete tutti voi nei confronti dei bambini del burkinafaso, delle bambine prostituite e vendute dell’india, o dei bambini innocenti usati come kamikaze riempiti di droga , come nel sud’america per fare da sicari, ai loro sporchi fini politici. Evitate di essere ipocriti perchè tutti noi sappiamo cosa accade e guardiamo altrove… è vero è un peccato ma l’unica cosa che mi auguro è che riposino in pace lontano da questo meschino mondo senza speranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.