Ossessionato da Wolverine: uccide tre persone per emulare il suo mito

Una storia allucinante arriva dall’Inghilterra e riguarda un giovane ragazzo, Jed Allen, che ha sterminato una intera famiglia per emulare Wolverine, celebre personaggio dei fumetti creato da Len Wein e da Herb Trimp capace di rigenerarsi da ogni ferita con il dono dell’immortalità. E così, cercando di assomigliare il più possibile al suo mito, il giovane 21enne ha ucciso tre persone e tra di loro c’era anche una bambina di appena sei anni che non è riuscita a scampare alla follia del ragazzo. E’ caccia aperta a quest’uomo che per il momento però non si trova. Sulle sue tracce c’è la Polizia che ha diramato l’identikit del killer descrivendolo come un personaggio potenzialmente molto pericoloso.

E’ chiaro che stiamo parlando di una persona non molto equilibrata, capace di commettere un gesto così atroce solo per emulare un personaggio dei fumetti. Le tre vittime uccise dal 21enne sono state ritrovate nella loro abitazione di Didcot, nell’Oxfordshire. Ma quando la Polizia è arrivata sul luogo del delitto di Jed Allen non c’era già più traccia: l’uomo era fuggito e chissà adesso dove si sta nascondendo. Sui suoi profili social, si possono però vedere le tante foto da lui pubblicate nelle quali fa notare la somiglianza con Wolverine: basette folte, capelli scuri e sguardo aggressivo come quello sfoggiato dal personaggio targato Marvel.

NOVITÀ SUL NUOVO FILM DI WOLVERINE

A corredo delle foto pubblicate, anche una serie di frasi strampalate sulle quali adesso stanno indagando gli inquirenti. Forse da quelle frasi potrebbe saltare fuori qualche indizio utile alle indagini? Dove si nasconde Jed Allen? E soprattutto il ragazzo ha intenzione di uccidere ancora per emulare le gesta del suo beniamino? L’allarme è altissimo e la Polizia spera di poter mettere presto le mani sul killer che starebbe girando a piede libero per chissà quale paese del Regno Unito. Una storia davvero atroce nella quale a rimetterci sono state tre persone innocenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.