Bonus luce 2018, come fare domanda: i requisiti e documenti necessari

bonus luce 2018 come richiederlo

Bonus luce 2018, ecco chi può averlo. Tutti i requisiti per effettuare la domanda per pagare meno la bolletta. E’ possibile, infatti, risparmiare sull’energia elettrica. Questo sconto in bolletta riguarda tutti coloro che hanno una famiglia e che si ritrovano ad avere dei disagi economici. È proprio questo il motivo per cui, il bonus è stato reso attivo dall’Autorità per l’energia elettrica. Le ultime notizie rivelano che non tutti possono usufruire di questa agevolazione, ma vediamo insieme quali sono i requisiti e quali documenti è necessario presentare.

BONUS LUCE 2018, COME RICHIEDERLO ULTIME NOTIZIE: TUTTI I REQUISITI NECESSARI

Come chiedere il bonus luce 2018? Lo sconto legato all’energia elettrica riguarda tutti coloro che hanno una condizione di disagio economico. Viene data l’opportunità di risparmiare sulle bollette, ma non tutti possono usufruire di questa agevolazione, attiva da parte dell’Autorità per l’energia elettrica. Infatti, è necessario disporre di diversi requisiti e presentare determinati documenti. Il bonus luce è, dunque, uno sconto in bolletta che riguarda le famiglie che non superano un certo redditto. Coloro che possono usufruire di questa agevolazione sono quelli con ISEE che non supera gli 8.107,50 euro. Oppure, possono prendere in considerazione la domanda per il bonus anche le famiglie che hanno più di 3 figli e che non superano i 20mila euro di reddito. Ma non solo: anche quei nuclei familiari in cui vive una persona con critici problemi di saluti possono fare domanda. Dunque, le famiglie che si rispecchiano in questi requisiti possono inviare la loro richiesta per ottenere lo sconto in bolletta.

BONUS LUCE 2018: I DOCUMENTI DA PRESENTARE PER FARE DOMANDA

Oltre ai requisiti, è necessario anche essere in possesso di determinati documenti per fare domanda per il bonus luce 2018. Per prima cosa è necessario recarsi nel Comune di residenza o in altri enti indicati sempre dallo stesso Comune. Con sé bisogna porta un documento d’identità, il modulo A compilato, l’attestazione ISEE in corso di validità, l’allegato CF dove vengono indicati i componenti della famiglia e l’allegato FN che riconosce lo stato di famiglia numerosa. Se la domanda venisse presentata da parte di un soggetto, non intestatario della bolletta, sarebbe necessaria la presenza della delega di quest’ultimo. Non deve, inoltre, mancare il codice POD, che si trova in bolletta, attraverso il quale si potrà identificare alcune informazioni necessarie. Dopo aver saputo degli aumenti in bolletta con l’arrivo del nuovo anno, ecco che arrivano anche le agevolazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.