Riforma pensioni ultime notizie, oggi l’incontro tra Governo e sindacati: le dichiarazioni di Proietti della Uil

riforma pensioni proietti uil

Riforma pensioni ultime notizie, oggi ci sarà l’incontro tra Governo e sindacati. Intanto Domenico Proietti, segretario della Uil, ha rilasciato delle dichiarazioni riguardo questo tema a Pensioni per tutti. Questo incontro è molto atteso da parte dei sindacati, che avranno la possibilità di presentare le proprie idee di riforma di fronte a Nunzia Catalfo, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. I sindacati, a seguito della Manovra 2020, hanno lamentato la totale assenza di una riforma delle pensioni. Invece ciò di cui c’è bisogno è proprio una riforma di tutto il sistema previdenziale. Scopriamo perciò cosa chiederà la Uil al Governo nel corso dell’incontro di oggi, 4 novembre 2019.

Riforma pensioni ultime notizie, Proietti (Uil) parla in vista dell’incontro dei sindacati con il Governo

In un’intervista a Pensioni per tutti Proietti, segretario confederale della Uil, ha fatto sapere quali sono le richieste del suo sindacato. Ciò che si vuole mettere in chiaro oggi è la possibilità di dare vita a una riforma del sistema previdenziale sistemica. L’obiettivo è quello di ottenere la flessibilità per l’accesso alla pensione che si attesti intorno ai 62 anni di età. Oltre però ai lavoratori vicini alla pensione, la Uil vuole prendere in considerazione anche i giovani. Per loro, date le difficoltà a trovare lavoro, si vuole prevedere una contribuzione figurativa al fine di andare a colmare i periodi in cui non si versano i contributi.

Temi non meno rilevanti sono quelli relativi agli esodati, che vivono una situazione drammatica e che devono essere salvaguardati. Inoltre la quota 41 è un altro tema importante da mettere sul tavolo oggi, parlando della riforma delle pensioni con il Ministro del Lavoro. La quota 41 per tutti potrebbe essere un buon traguardo. Il tema relativo alle donne continua comunque ad accendere il dibattito politico ed economico. Infatti per loro i sindacati parlano, da diverso tempo, della necessità di valorizzare l’importantissimo lavoro di cura svolto per occuparsi dei figli. La proposta della Uil è di riconoscere un anno di contributi per ogni figlio.

Insomma, nell’incontro di oggi tra Governo e sindacati verranno toccati questi e altri temi da parte della Uil e non solo. Si tratta di capisaldi imprescindibili per poter rendere il sistema pensionistico italiano più equo anche per le categorie svantaggiate. Infatti nel corso del Governo precedente, pur introducendo la quota 100, non si è risolto il problema della flessibilità in uscita, o almeno non per tutti. Molte categorie di lavoratori si ritrovano a fare i conti con un sistema che li penalizza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.