Pensioni ultime notizie: dopo quota 100 arriva quota 41 per tutti? Ecco le novità


pensioni quota 100 quota 41 per tutti

Pensioni ultime notizie: dopo quota 100 arriva quota 41 per tutti? E’ questa una delle ipotesi per risolvere il problema dello scalone di cinque anni che andrebbe a crearsi al termine della sperimentazione delle pensioni quota 100. A parlarne, questa volta, è Claudio Durigon della Lega, che nel Governo M5S-Lega vestiva i panni di sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Proprio la Lega aveva parlato più volte della quota 41 per tutti, così da consentire l’accesso alla pensione al raggiungimento di 41 anni di contributi versati, a prescindere dall’età. Ora questa ipotesi sembra tornare in scena. Qualche mese fa Nunzia Catalfo, attualmente Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, aveva annunciato che l’intento del Governo è quello di superare la Legge Fornero. Infatti, già da quest’anno, si studieranno soluzioni al fine di creare un sistema pensionistico idoneo per tutti ma anche sostenibile. Si vuole dunque arrivare a una flessibilità in uscita, negata invece dalla Riforma Fornero. Scopriamo dunque se la quota 41 per tutti potrebbe essere una soluzione per il dopo quota 100 e cosa ne pensa Claudio Durigon.

Pensioni ultime notizie: Durigon parla del dopo quota 100 e della possibilità della quota 41 per tutti

La Lega non ha mai ben visto la Legge Fornero, troppo rigida e penalizzante per gli italiani. Nel corso del Governo M5S-Lega dunque è entrata in scena la quota 100, che consente di lasciare il lavoro fino a cinque anni prima del previsto, a 62 anni con 38 anni di contributi versati. Peccato però che la misura, oltre a non aver ottenuto il successo preventivato, risulti essere poco equa nei confronti dei cittadini. Inoltre ha una data di scadenza, fissata per il 31 dicembre 2021.

Il problema è che si andrebbe a creare uno scalone di cinque anni tra coloro che raggiungono i requisiti entro la fine del 2021 e chi invece li raggiunge solo nel 2022. Bisogna perciò risolvere questo problema in qualche modo. L’obiettivo della Lega resta ancora la quota 41 per tutti. Infatti le pensioni, a detta di Durigon, non vanno considerate solo come una spesa ma anche come un’opportunità. Mandando le persone in pensione prima, i giovani hanno l’opportunità di entrare nel mondo del lavoro e far ripartire l’economia.

Anche ai sindacati sembra piacere la quota 41 per tutti, che fa parte delle loro richieste per il dopo quota 100. Bisogna però pensare anche ai lavori gravosi e usuranti, ma soprattutto alle donne. Quest’ultime sono estremamente penalizzate da questo sistema generale delle pensioni a causa delle carriere discontinue portate avanti per crescere i figli o accudire i familiari.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close